Mostra dedicata a Gio Ponti nella Villa Litta di Lainate

La mostra "Vivere alla Ponti" è ospitata a Villa Litta (Lainate, Milano) fino al 21 luglio. Sostenuta da Molteni&C che ha rieditato i capolavori di Gio Ponti.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 26/06/2013 Aggiornato il 26/06/2013
Mostra dedicata a Gio Ponti nella Villa Litta di Lainate

Gio Ponti, l’architetto, designer e saggista milanese che con la sua firma ha segnato il Made in Italy nel mondo, è protagonista della mostra Vivere alla Ponti, che inaugura mercoledì 26 giugno a Villa Borromeo Visconti Litta di Lainate (largo Vittorio Veneto 12) e si conclude il 21 luglio.
Realizzata con il sostegno di Molteni&C, tra i principali gruppi industriali italiani del settore del mobile, l’esposizione racconta la storia intima e professionale di Ponti, attraverso lettere, fotografie di famiglia e documenti video. In esposizione le sue creazioni più note, rieditate dal gruppo Molteni, come la sedia disegnata nel 1935 per il primo Palazzo Montecatini di Milano e realizzata completamente in alluminio lucidato, la poltrona realizzata con struttura in ottone satinato e rivestimento in pelle bicolore bianco blu, per la propria abitazione in via Dezza a Milano, o le librerie progettate tra 1956 e 1957 in multistrato sagomato con rivestimento in olmo, in parte con finitura trasparente naturale, in parte verniciato a mano in colore bianco.
L’opening offre anche l’occasione per scoprire uno dei più bei luoghi lombardi: la Villa di Lainate, i cui giochi d’acqua del Ninfeo “colpirono” persino lo scrittore francese Marie Henri Beyle Stendhal.

 

  • La collezione Gio Ponti, rieditata da Molteni&C, presenta i capolavori d'arredo del designer milanese disegnati tra il
1935 e gli anni ’50. Il cassettone, disegnato in diverse varianti tra il 1952 e il 1955, è caratterizzato dai frontali dei cassetti verniciati a mano in colore bianco con maniglie applicate di varie essenze, olmo, noce nazionale, mogano e palissandro. La struttura in essenza di olmo è sostenuta da piedi in ottone satinato.
  • Le librerie, disegnate tra il 1956 e il 1957 per casa Ponti in via Dezza a Milano, sono
realizzate in multistrato sagomato con rivestimento in olmo, in parte con finitura trasparente naturale. In parte verniciato a mano in colore bianco, sono disponibili nella versione con o senza specchiera applicata.
  • La poltrona con struttura in ottone satinato e rivestimento in pelle bicolore bianco/blu, è stata disegnata nel 1953 per la casa di via Dezza.
  • La sedia Montecatini del 1935 venne realizzata completamente in alluminio lucidato per il primo Palazzo Montecatini di Milano.
  • Il tappeto disegnato nel 1954 è realizzato in pelle di cavallino a più colori.
  • Il tavolino rotondo, progettato da Ponti tra il 1954 e1955, è realizzato con gambe e griglia
metallica verniciata a mano. Il piano è in cristallo trasparente.
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!