Salone del Mobile.Milano a giugno, si prepara un’edizione dai grandi numeri

L’appuntamento di giugno del Salone del Mobile.Milano prevede, con il ritorno alla formula classica, la presenza di tanti espositori.
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 10/05/2022 Aggiornato il 10/05/2022
salone del mobile giugno salone

Iniziano i preparativi per l’edizione di giugno del Salone del Mobile.Milano, appuntamento di rito per professionisti e appassionati di arredamento e di design. Che, dopo l’intervallo del supersalone, torna ai grandi numeri. Da martedì 7 giugno a domenica 12 giugno 2022, nella canonica sede di Fiera Milano a Rho, le sette manifestazioni – Salone Internazionale del Mobile, Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, Workplace 3.0, Eurocucina, FTK Technology for the Kitchen, Salone Internazionale del Bagno, S.Project –, unitamente al SaloneSatellite, presentano il meglio dell’innovazione produttiva e della creatività espressiva di ciascun settore, su una superficie netta espositiva di quasi 200.000 metri quadrati.

Oltre duemila gli espositori (di cui ben seicento designer partecipanti al Satellite, dedicato ai giovani under 35) e circa un quarto provenienti dall’estero.

Sostenibilità il filo conduttore della sessantesima edizione, che intende trasformarsi in vero e proprio driver di cambiamento, sia come palcoscenico per gli obiettivi fin qui raggiunti dai protagonisti – progettisti, designer, aziende – sia soprattutto come modello esemplare per gli altri enti fieristici.

“La decisione di posticipare l’evento a giugno”, spiega Maria Porro, presidente del Salone del Mobile.Milano, “consente a espositori, visitatori, giornalisti e all’intera community internazionale dell’arredamento e del design di sfruttare al meglio e in piena sicurezza le potenzialità di una rassegna che quest’anno si presenta ricca di novità. E che, oltre a festeggiare un compleanno importante, punta sul tema della sostenibilità. La data di giugno favorisce inoltre una forte presenza di espositori e di operatori stranieri, da sempre punto di forza del Salone, e garantisce alle aziende partecipanti i tempi giusti per progettare al meglio la propria presenza in fiera. Che, come sappiamo, richiede mesi di preparazione, dall’ideazione all’allestimento finale. La voglia di Salone è sempre più forte, per questo stiamo lavorando a un evento che offrirà a tutti la possibilità di vivere un’esperienza unica, concreta ed emozionante. Tutti abbiamo tanta voglia di Salone!”.  

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!