Tortona Rocks per il Fuorisalone 2021, tecnologia e sostenibilità in mostra

Un anno di sperimentazioni e cambiamenti che trovano espressione nelle mostre e negli interessanti appuntamenti di Tortona Rocks, che, dal 4 al 10 settembre, presenta The Design Ahead e torna ad animare le vie e gli edifici del distretto Tortona, in occasione della design week.
Stefania Lobosco
A cura di Stefania Lobosco
Pubblicato il 19/08/2021 Aggiornato il 30/08/2021
tortona rocks fuorisalone

Tecnologie all’avanguardia e soluzioni sostenibili, così il design delinea il mondo di domani e si racconta attraverso il progetto Tortona Rocks animando le vie del distretto che ha visto nascere il Fuorisalone.

Il grande anno di sperimentazione appena concluso, gli interrogativi ancora aperti che hanno messo in discussione il nostro modo di vivere e abitare, l’urgenza di trovare risposte, rendono il terreno fertile e pronto ad accogliere nuovi stimoli e nuove pratiche. La mobilità, la riduzione dell’impatto ambientale, la nascita di nuovi sistemi di produzione, ci portano, infatti, a ripensare completamente il nostro habitat e il nostro atteggiamento verso di esso.

Zona Tortona è da sempre per sua natura orientata al cambiamento. In questi anni il distretto, cuore pulsante della manifestazione, ha incarnato il senso del Fuorisalone, trasformandosi da zona periferica a distretto cittadino, da polo industriale a sistema creativo, da quartiere produttivo a laboratorio sperimentale, in grado di dare voce e risalto a progetti e idee di aziende e designer emergenti o di fama internazionale. Tortona Rocks per l’occasione presenta The Design Ahead, una selezione di aziende ed esposizioni di apertura internazionale per restituire una narrazione composita del mondo del design che guarda avanti, attraverso una visione di sintesi e di convergenza tra le discipline.

Progetto video-editoriale e le mostre a Opificio 31

Tra le novità fiore all’occhiello dell’edizione 2021 di Tortona Rocks, Opificio 31. Agorà della Milano Design Week, il progetto video-editoriale realizzato da Milano Space Makers e Studio Spucches, composto da 4 brevi documentari, arricchiti con interviste, durante le quali il design viene celebrato proprio in uno dei suoi luoghi più rappresentativi, cuore del distretto Tortona e del Fuorisalone, intrecciando la sua storia a quelle dei designer e delle aziende ospitate.

Opificio 31 si presenta anche quest’anno come catalizzatore di creatività e progetti internazionali tra cui: Vestre, azienda norvegese leader nella produzione di arredi sostenibili per gli spazi urbaniBelgium is Design per la promozione dei nuovi talenti creativi della nazione; Silk-FAW Automotive con un nuovo concetto di auto realizzata tra America, Cina e Italia; Softicated dalla Svizzera; il brand francese Chaises Nicolle con una nuova collezione firmata da Paola Navone; Archiproducts Milano, spin off milanese dell’omonimo colosso digitale; il progetto outdoor del brand polacco Planika; il food design di Felix Lo Basso e la tecnologia all’avanguardia di PHYD Hub.

Belgium is Design, promuove i giovani designer belga in tutto il mondo

Belgium is Design, il progetto che da più di 10 anni promuove i giovani talenti del design belga in tutto il mondo, torna protagonista a Tortona Rocks. The New Belgians – Salone Satellite extra muros è l’esibizione che si può visitare in Opificio 31, dove confluiscono alcuni progetti che avrebbero dovuto essere presentati al Salone Satellite di Milano rimandato ormai da due anni. Tra mobili, lighting design, sistemi di stoccaggio e molto altro, gli oggetti in mostra presentano uno spaccato variegato di approcci al fare e un repertorio di idee innovative. Selezionati nel 2021, espongono per la prima volta a Milano: Lias (Elias van Orshaegen), De Angelis Design, Fractall (Arne Desmet) e Studio PART così come Daan De Wit Design Studio, selezionato nel 2020, Olivier Vitry per Claisse Architectures. L’esposizione si inserisce in un’operazione di promozione più ampia che comprende anche il film The object becomes, presentato al Cinema Anteo, e la Belgian Design Map, una guida digitale dedicata a tutte le iniziative belghe a Milano durante la settimana del design.

TR_Belgium is Design_Olivier Vitry_Adaptable sofa_Eline Willaert 3 copia

Adaptable Sofa di Olivier Vitry per Claisse Architectures e Studio Gilles Werbrouck per la mostra Belgium is Design. www.belgiumisdesign.be

Spazio al furniture design con Softicated, in Officina 1

Il brand ideato dal designer Cyril Rumpler, Soticated, porta in scena l’essenzialità dei materiali, tra cui il legno, il vetro o l’acciaio che vengono lavorati per ottenere volumi prodigiosi. Costruiti con cura in Europa da artigiani locali, i tappeti, le luci d’arredo e le sedute traggono ispirazione dalla natura nelle curve sinuose, semplici e armoniche, che alludono ai fiori, alle piante, agli animali. Il visitatore viene accompagnato in un percorso di grande equilibrio visivo, tra eleganza moderna e simmetrie.

L’inedita poltrona di Paola Navona a Tortona Rocks

Per la prima volta al Salone del Mobile di Milano, l’azienda francese Chaises Nicolle che da più di un secolo produce sedute e sgabelli in metallo è ospitata da Studio Otto – Paola Navone. Sono presentati in anteprima la nuova collezione outdoor e l’inedita versione poltrona disegnata da Paola Navone.

Chaises Nicolle Paola Navone Tortona Rocks Fuorisalone 2021

L’inedita poltrona Chaises Nicolle di Paola Navone per Tortona Rocks. www.tortona.rocks

Archiproduct Milano presenta Future Habit(at)

Come abitare il futuro all’insegna di sostenibilità, estetica e comfort sono oggetto di Future Habit(at), il nuovo allestimento presentato da Archiproduct Milano, frutto della collaborazione con lo Studio Salaris che vede la partecipazione di 60 brand internazionali. L’ibridazione tra casa e ambiente lavorativo, accelerata dalla pandemia, trova nell’interior design la risposta per definire una nuova normalità che prende forma in una differente logica di condivisione degli spazi, grazie alla tecnologia sempre più silenziosa e dematerializzata e a spazi cocoon come occasioni di intimità nelle aree comuni. Tra cucine che diventano tavoli coworking, elementi ibridi di aggregazione, rivestimenti a parete che diventano vere e proprie architetture, isole ufficio per spazi più ampi, esperienze domestiche digitali e sistemi domotici di ultima generazione. 

Bruciatori all’avanguardia, la proposta di Planika per Tortona Rocks

Design with fire è il motto di Planika, azienda leader da più di vent’anni nell’ambito dell’innovazione tecnologica a etanolo e fuoco a gas oltre a caminetti per interni a zero emissioni. L’azienda presenta una collezione outdoor di bruciatori all’avanguardia, un complemento originale e straordinario per il giardino. Soluzioni con inserti lineari, tondi, quadrati o a forma di stella e articoli freestanding.

Il food design a cura dello chef stellato Felix Lo Basso

Anche il food design è protagonista di Tortona Rocks, arte e cibo incontrano la qualità delle materie prime altamente selezionate e portate in scena dallo chef stellato Felix Lo Basso, famoso per dividere il menu in atti, come quelli di una pièce teatrale.

All’interno dello spazio Loftino, lo Chef accoglie il pubblico in un punto di ristoro dove prendersi una pausa, dalla colazione fino all’aperitivo, gustando piatti speciali e lasciandosi anche tentare dai prodotti dolci e salati della sua Bottega Urbana.

Startup e installazioni in mostra in Tortona

Nello spazio Tortona 5 è possibile assistere alla mostra di Letshelter, una startup che vuole rendere ciò che è d’uso quotidiano estremamente divertente ed eccentrico. Con un occhio rivolto ai giovani artisti emergenti, l’azienda apre le porte ad un libero sfogo della creatività anche nel settore più commerciale e di nicchia come quello degli appendini per la casa. Tutti i prodotti sono realizzati interamente in Italia attraverso una lavorazione artigianale, quasi pezzi unici dalla manifattura esclusiva.

In via Tortona 21, presso la sede milanese di Gruppo Building, invece lo studio Daniele Fiori – DFA Partners in collaborazione con BP+P Boffa Petrone & partners, studio di progettazione del gruppo torinese, presentano l’installazione site specific HANG. Seeding the future dedicata al mondo delle colture fuorisuolo come risposta allo scenario allarmante che sta caratterizzando il nostro tempo. Il nome del progetto è evocativo e gioca tra la drammaticità della situazione in corso – un pianeta condannato a fine certa in assenza di celeri rimedi – e la soluzione che deriva dalle “radici fluttuanti” – appese appunto – elementi caratterizzanti le nuove pratiche produttive sostenibili. Si tratta di un processo futuristico dove design, architettura, tecnologia e innovazione convergono e che Daniele Fiori – DFA Partners e Gruppo Building hanno portato anche nel contesto cittadino, nel complesso residenziale milanese Forrest in Town, il primo a produrre alimenti per la comunità residenziale, gettando così le basi per una nuova forma di configurazione urbana con poli di coltivazione all’interno della città.

Hang-greenhouse Tortona Rocks Fuorisalone 2021

L’installazione HANG. Seeding the future di Daniele Fiori – DFA Partners in collaborazione con BP+P Boffa Petrone & partners, dedicata al mondo delle colture fuorisuolo come risposta allo scenario allarmante che sta caratterizzando il nostro tempo. www.tortona.rocks

Inoltre, la sede di via Tortona ospita anche interessanti talk sul tema e un progetto di food design a cura di IFSE, Italian Food Style Education, che offre agli ospiti cocktail e un menu interamente realizzati con l’utilizzo di vegetali idroponici.

The Playful Home: la casa del PresenteFuturo, in mostra in via Savona 33

Il progetto The Playful Home: la casa del PresenteFuturo ideato dal team multidisciplinare di The Playful Living permette di vivere e scoprire la vita reale di una casa che ospita una coppia con i loro tre figli di 1, 6 e 12 anni e a tutto il mondo relazionale che vi gravita intorno: tra arredi, complementi e servizi, l’abitazione è ricreata in un loft di 220 mq e porta alla luce, tra spazi indoor e outdoor, quei rapporti virtuosi che aiutano e favoriscono il corretto sviluppo di chi la abita. La creatività, il gioco, l’interazione tra i componenti di una famiglia, infatti, possono essere stimolati da una pluralità di situazioni, ma anche da oggetti, superfici, materiali o dalla configurazione stessa dell’ambiente in cui ci si trova a vivere: sono proprio questi elementi a favorire l’accelerazione dei processi di crescita non solo dei più piccoli ma anche degli adulti. Una serie di workshop e incontri permetterà l’approfondimento di queste dinamiche.

Il progetto è realizzato in collaborazione con il laboratorio di ricerca CILAB (Creative Industries Lab) del Politecnico di Milano, il Master Internazionale Kids & Toys di Poli.Design e promosso sulla piattaforma Fuorisalone.it.

Il programma completo di Tortona Rocks è fruibile attraverso il sito dedicato al distretto www.tortona.rocks.