Legno e design sostenibile, FSC Italia torna al Fuorisalone 2021

Per la settimana del design milanese, FSC Italia ha riproposto un percorso digitale su legno sostenibile e legno-arredo “FSC è Foreste per tutti, per sempre”, un contenitore di esperienze e casi studio in collaborazione con aziende tra le più dinamiche realtà del settore legno-arredo.
Stefania Lobosco
A cura di Stefania Lobosco
Pubblicato il 10/09/2021 Aggiornato il 20/09/2021
FSC_Italia_Fuorisalone

Il settore furniture, tra i più rappresentativi dello stile e della qualità Made in Italy, ha un importante impatto nell’aumento dell’utilizzo di legno sostenibile, nel fermare la deforestazione e promuovere comportamenti green. Lo confermano i dati del rapporto Symbola GreenItaly 2020, che evidenziano come la sostenibilità sia sempre più un fattore decisivo per aumentare la competitività, ma anche gli impatti positivi (sociali, ambientali) di un’azienda, e lo ribadisce anche FSC Italia, che è tornata al Fuorisalone con il percorso sulla sostenibilità del legno “FSC è Foreste per tutti, per sempre”. 

Come possono legno, design e sostenibilità aiutarci a definire un nuovo “dopo”? Questa è la domanda alla quale FSC Italia vuole provare a rispondere. Le risposte concrete arrivano dal percorso inaugurato da FSC Italia per la settimana del design milanese, un contenitore di esperienze e casi studio a cui per questa edizione aderiscono Arper, Calligaris, Kartell, Moroso, Paolo Castelli, Pianca, Roda, Stosa Cucine e Visionnaire: “Dei veri e propri forest heroes – ha affermato Alexia Schrott, Marketing Manager del Forest Stewardship Council (FSC) Italia – tra le prime e più dinamiche realtà del settore legno-arredo ad aver scelto FSC non solo come strumento di garanzia, ma anche come partner per promuovere l’impegno per stili di produzione e consumo più sostenibili”.

Attraverso la piattaforma di Fuorisalone.it, il Forest Stewardship Council (FSC) Italia ha voluto infatti ancora una volta promuovere dibattiti, riflessioni e azioni che premino l’uso di materie prime legnose da fonti correttamente gestite e certificate FSC, e le aziende virtuose che già hanno scelto questo percorso. “Forest For All Forever” contribuisce proprio ad affermare la vision di FSC ovvero quella di preservare le foreste del mondo per le generazioni future. 

Il legno, materiale sostenibile, naturale e rinnovabile, rappresenta la materia prima nobile di uno dei settori di punta ovvero quello legno-arredo; non tutto il legno però ha origine sostenibile e spesso ha una provenienza incerta che può nascondere distruzione di habitat naturali, depauperamento della biodiversità e impatti negativi su persone, economie e comunità locali. 

L’Italia negli ultimi anni ha dato un ottimo segnale sul tema della certificazione del legno da filiera sostenibile. I prodotti forestali certificati FSC sono infatti aumentati del 10%; le aziende con certificati attivi di Catena di Custodia (CoC) sono oggi 2.831, per un totale di oltre 3.500 siti produttivi coinvolti. 70 i certificati che si sono aggiunti nel solo legno-arredo nel 2020, che vanno a sommarsi ai 515 certificati già attivi, di cui 485 relativi a prodotti per gli interni (cucine, zona letto, tavoli, sedie e sgabelli, poltrone e divani, zona bagno e ufficio) e 100 per l’outdoor.

Tra le iniziative per questa edizione del Fuorisalone, la presentazione della seconda edizione del concorso FSC Italia Furniture Award, che riconosce l’impegno delle aziende nel realizzare produzioni con uso di legno FSC nelle categorie Arredo per interni e Arredo per esterni e giardino, e i Sustainability Talks, interessanti appuntamenti rivolti ad aziende, designer, consulenti ed esperti del settore, oltre alla diretta streaming dalla piattaforma del Fuorisalone con discussioni su filiere, produzione e consumo responsabili assieme ad Arper, Paolo Castelli e ADI – Associazione per il Disegno Industriale.