Il Salone del Mobile.Milano diventa “supersalone” e si fa “phygital”, fisico e digitale

Al Salone del Mobile.Milano, il nuovo "supersalone", curato dall'architetto Stefano Boeri, abbina presenza fisica e virtuale.
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 07/07/2021 Aggiornato il 23/07/2021
salone del mobile settembre 2021

Sarà un’edizione speciale quella del Salone del Mobile.Milano di quest’anno, altrettanto inusuale: lo dimostra il nuovo format del “supersalone” curato dall’architetto Stefano Boeri, progettista internazionalmente riconosciuto per il Bosco Verticale a Milano e firma di quella che sarà la Trudo Vertical Forest a Eindhoven, in Olanda, secondo esperimento di forestazione urbana, in questo caso legato all’edilizia sociale.

Tra le tante sfide che Boeri ha raccolto nel tempo – direttore di riviste, assessore, presidente della Triennale di Milano –, questa del “supersalone”, appuntamento speciale del Salone, dal 5 al 10 settembre a Milano Rho Fiera, aggiunge alla storica manifestazione due tematiche oggi molto sentite come quelle del digitale e della sostenibilità.

Il primo tema, già suggerito dall’inaugurazione della nuova piattaforma digitale Salone del Mobile.Milano, strumento integrato e trasversale con i prodotti degli espositori supportati da originali contenuti editoriali, sarà tradotto per i visitatori in una esperienza phygital, sia fisica sia digitale. “La pandemia”, spiega l’esperto di tecnologia Riccardo Luna, “è stata il più grande acceleratore digitale della storia. Abbiamo imparato tutti a fare cose che prima non facevamo, scoprendo che il digitale è un formidabile strumento di resilienza. Ora che prudentemente usciamo dall’emergenza, non si torna al mondo di prima, ma si entra in un mondo nuovo, ibrido, in cui il mondo fisico e quello digitale coesistono, rafforzandosi e aumentando le opportunità.” Se la piattaforma va già in questa direzione, il Supersalone rafforza il concetto offrendo al pubblico del Salone la possibilità di addentrarsi ulteriormente nel mondo dei prodotti esposti. Grazie a QR code tutti potranno avere informazioni aggiuntive, entrare in contatto con le aziende, fare acquisti o prenotare cosa si è visto in fiera.

La sostenibilità è invece portata dal concept realizzativo: un vero bosco all’ingresso, i cui alberi a fine manifestazione saranno piantati in zona, e attenzione alla scelta degli elementi architettonici espositivi, che dovranno essere tutti riutilizzabili, una volta smontati.

A corollario di questo “supersalone”, poi, anche una serie di appuntamenti speciali, che coinvolgeranno le scuole, la storia del design, il cibo (in collaborazione con Identità Golose), la cultura.

SUPERSALONE logo

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 2 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!