Il Fuorisalone 2020 non si ferma e rilancia quattro nuovi format digitali

Dopo l'annuncio dell'annullamento definitivo dell'edizione 2020 del Salone del Mobile.Milano, il Fuorisalone si prepara a partire con quattro nuovi format digitali pensati per dare visibilità ai brand del design.
Stefania Lobosco
A cura di Stefania Lobosco
Pubblicato il 15/04/2020 Aggiornato il 15/04/2020
Fuorisalone2020
Nonostante l’annullamento dell’edizione 2020 del Salone del Mobile.Milano, il Fuorisalone, lo storico evento contemporaneo e complementare al Salone alla Fiera di Rho, si prepara ad allargare la sua influenza anche in altri momenti e altri modi.

Fuorisalone, infatti, a giugno presenterà online tutte le anteprime dei brand che avevano scelto di prendere parte all’evento e alla Brera Design Week, attraverso una piattaforma che sfrutta al meglio i nuovi strumenti di Fuorisalone.it e di Brera Design district.

Dal 15 al 21 giugno 2020, il Fuorisalone partirà con nuovi format, pensati inizialmente come supporto all’evento e che invece in questa situazione di emergenza stanno acquistando maggiore forza e valore. La Milano Design Week rappresenta un momento unico di scambi, di esperienze, di emozioni, di visioni e non può essere ridotta ad una versione digitale, ma il digitale può sicuramente essere importante per le aziende che hanno necessità di arrivare al pubblico del Fuorisalone anche senza esserci.
 
Ben quattro nuovi format digitali, quindi, sviluppati in partnership con il comitato Fuorisalone – composto da Brera Design District, Ventura Projects, i referenti di Zona Tortona: Tortona rocks, Tortona Area Lab, BASE e Superstudio Più, i distretti di inBovisa, 5vie e Porta Venezia in design e il progetto Asia Design Milano – saranno parte integrante della piattaforma Fuorisalone.it per l’edizione 2020.

I nuovi format digitali del Fuorisalone 2020

Fuorisalone.Tv, un palinsesto video che riempirà le giornate in assenza del Fuorisalone con contenuti live (talks, interviste, presentazioni di prodotto, concerti) e contenuti confezionati da design e aziende che vorranno presentare i propri progetti e idee in un formato innovativo. Il palinsesto durerà 7 giorni, 12 ore al giorno. I contenuti saranno poi accessibili on demand 10 giorni dopo l’evento sulla stessa piattaforma.

Fuorisalone Meets, per tutto il mese di giugno la piattaforma webinar di Fuorisalone.it metterà in contatto aziende con partner, clienti, rivenditori e pubblico selezionato. Questo per fare formazione e promozione, creando un contatto diretto tra aziende e addetti ai lavori al fine di presentare nuovi prodotti, condividere le strategie con la forza vendita e incontrare nuovi potenziali clienti. Fuorisalone Meets sarà attiva da maggio 2020 e operativa da giugno, ma già da ora è possibile acquistare la propria aula virtuale e organizzare i propri incontri in collaborazione con la redazione di Fuorisalone.it.

Fuorisalone Cina, ad aprile sarà inaugurato il canale ufficiale Wechat, Weibo e Tencent Video. Questo è il primo passo di un progetto di collaborazione e networking più ampio con le più importanti Design Week cinesi.

Fuorisalone Japan, che prevede il lancio ad aprile di una nuova piattaforma web dedicata al Giappone. Rivolta ad architetti, designer e aziende oltre che al pubblico giapponese, pensata per comunicare il meglio del design e del lifestyle e promuovere la cultura della Milano Design Week grazie a un team operativo tra i due Paesi e servizi di consulenza dedicati.

L’uso integrato dei 4 format consentirà alle aziende che non potranno più partecipare dell’evento fisico a causa del Covid-19, di comunicarsi comunque al meglio.
 
Per quanto riguarda invece l’evento territoriale, a ottobre, nel calendario milanese c’è la Fall Design Week che vede nei Brera Design Days il momento principale, in questa ottica gli attori del Fuorisalone stanno valutando un evento condiviso tra settembre e ottobre, che coinvolgerà tutti gli showroom permanenti partendo da Brera Design District, dove sono presenti 120 realtà, fino al resto della città. Un evento che unirà virtuale e reale, talk e attività negli showroom. Questi ultimi saranno protagonisti con percorsi all’interno dei loro spazi per far conoscere i nuovi prodotti e all’interno degli stessi spazi espositivi sarà inoltre possibile vivere percorsi virtuali grazie alla tecnologia Living 3D.
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!