Fuorisalone 2019: Milano Makers torna in Fabbrica del Vapore

In occasione della Milano Design Week 2019, la rassegna di Milano Makers ritorna in Fabbrica del Vapore con il progetto "Sharing Design 6a edizione - Design No Brand", incentrato su un design quanto più sostenibile possibile, che tenga conto degli obiettivi posti da 2030 Agenda for Sustainable Development e da Europe 2020.

Stefania Lobosco
A cura di Stefania Lobosco
Pubblicato il 03/04/2019 Aggiornato il 03/04/2019
Fuorisalone 2019: Milano Makers torna in Fabbrica del Vapore

Dopo il successo delle precedenti edizioni, anche per il Fuorisalone 2019, la rassegna di Milano Makers (MiMa, www.milanomakers.com) ritorna in Fabbrica del Vapore. Quest’anno si chiama “Sharing Design 6a edizione – Design No Brand“, il progetto con cui si intende ridefinire un nuovo modo di progettare sempre più indirizzato alle buone pratiche collaborative consapevoli dei bisogni di tutti e attente all’utilizzo e al consumo di risorse sempre più scarse.

Milano Makers propone una nuova visione del design autoprodotto che tenga conto il più possibile degli obiettivi posti da 2030 Agenda for Sustainable Development e da Europe 2020. Le manifestazioni organizzate da MiMa sono sempre di grande aiuto per molti makers. Altro obiettivo dell’associazione è quello di migliorare la capacità di interazione fra designer autoproduttori e mondo artigiano.

I makers sono designer indipendenti non legati ad aziende o brand , da qui nasce infatti l’idea di sviluppare una manifestazione chiamata DESIGN NO BRAND che tocchi questi aspetti. Il mondo NO BRAND attualmente trova pochissimo spazio nelle manifestazioni di design nonostante possa declinarsi in tante maniere. Obiettivo della mostra è quindi quello di riunire designer, autoproduttori e architetti seguendo le tematiche dell’economia circolare, dell’inclusione e della sostenibilità. Quello promosso da Milano Makers è un design frutto di un sapere collettivo interprete delle necessità delle città dell’oggi, un design, in definitiva, che contribuisce a migliorare la vita di tutti senza lasciare nessuno indietro.

I professionisti coinvolti

Per affrontare queste tematiche, Milano Makers ha coinvolto una serie di gruppi di professionisti legati all’ambito associativo, che da anni si occupano di economia circolare, sviluppando progetti di ricerca-azione sul campo, nelle aree metropolitane del territorio nazionale, attraverso la produzione di design sociale ed ecologico:

  • Associazione T12 lab nata nel 2014, si occupa di design sociale e spazio pubblico, producendo oggetti unici o mini-serie con scarti industriali pregiati attraverso la formazione-lavoro di persone sorde, da sempre presenti nella manifattura lombarda. Crea, inoltre, progetti site-specific di rigenerazione urbana, inclusione sociale e multiculturalità (www.t12-lab.it);
  • Associazione Giacimenti Urbani nata nel 2014, promuove l’economia circolare e la riduzione dello spreco di risorse, attivando sinergie tra il cittadino, le istituzioni e le attività che si occupano di prevenzione, riparazione, riuso, l’upcycling e il riciclo (www.giacimentiurbani.eu);
  • Associazione Linaria nata nel 2014, presenta il progetto Mediterranea (nato nel 2018), che lavora per l’integrazione dei richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale. Un’opportunità di inclusione avviata grazie alla Congregazione della Missione a Roma, che ha messo a disposizione di Mediterranea un parco dove sono stati realizzati un vivaio specializzato, un orto biologico, un giardino di piante aromatiche e un laboratorio di design. (www.mediterranearete.org).
Gli eventi in programma
  • Il 12 aprile alle ore 18 è previsto uno show cooking libanese dei food designer Rita Chahine e Josephine Abou Abdo, con aperitivo a seguire;
  • il 14 aprile alle ore 10 si terrà il Restart Party, con PCOfficina e Restarter Milano, un laboratorio di recupero e riparazioni di apparecchi elettronici;
  • il 13 e 14 aprile alle ore 17, durante l’evento Side by Side, i performer di Laboratorio Silenzio – attraverso le “sedute relazionali” realizzate da T12-lab e da un gruppo di persone non udenti con scarti di produzione industriale – creeranno, con la partecipazione attiva del pubblico, un incontro fra teatro e design, facendo interagire persone e oggetti, il tutto in assoluto silenzio;
  • il 14 aprile ci sarà la sfilata dell’Atelier Verde di Paola della Pergola che presenterà la collezione P/E, caratterizzata da capi dalle forme e materiali ricercati creati insieme a studenti del Liceo Kandinsky di Milano e realizzati utilizzando tinture naturali;
  • oltre a questi appuntamenti, anche il gioco-laboratorio “Giro Giro Tondo, Casca il Mondo, Casca la Terra, tutti giù per terra”, seguito da merenda bio dove bambini, e adulti, possono apprendere nozioni di sostenibilità. A cura di Mediterranea in collaborazione con Gustolab International Food System e Sustainability;
  • Street Gourmand offrirà panini gourmet con ingredienti a chilometro zero, mentre il Consorzio di vini del Monferrato curerà l’aperitivo.
Le mostre: Design No Brand, Call_Digital Wood – Carnia e MikroDesign

Design No Brand

Il progetto espositivo dedicato alla Design Week 2019 in Fabbrica del Vapore si basa sulla semplice e complessa domanda: esiste un sistema per trasformare inquinamento, disoccupazione, migrazioni, abuso delle risorse del pianeta, discarica, rifiuti, emarginazione e disabilità, in opportunità? Sì e si chiama economia circolare. L’economia circolare può essere concepita come un gioco, dove l’abilità sta nell’avere delle visioni e individuare la soluzione laddove sembra non ce ne siano affatto; il mondo del Design indipendente è per sua natura vicino a queste tematiche e pronto a cercare soluzioni che siano inclusive, risultando in un progetto espositivo ecologico e di alta manifattura.

Call_Digital Wood – Carnia

La Call per la realizzazione di complementi d’arredo in legno è stata lanciata e coordinata da Maria Christina Hamel insieme a DAS 16.8 di B.Candoni e S.Gortana e a tre aziende artigiane della Carnia. I risultati saranno esposti alla mostra Sharing Design 6a edizione – Design No Brand. Parte del legname utilizzato proverrà dalle zone massicciamente colpite dal maltempo lo scorso autunno. 

MikroDesign

Mikrodesign, la prima piattaforma italiana e-commerce pensata per autoproduttori, designer indipendenti e relative associazioni, offre una vetrina unica per oggetti e collezioni di design slegate da grandi marchi, dando visibilità a lavori che singolarmente faticano a trovare una propria voce; il sito presta particolare attenzione alle personalità dei singoli designer e delle associazioni, dedicando a ciascuno la propria pagina, collegata ad un catalogo comune. In Fabbrica del Vapore per la Milano Design Week 2019 sarà esposta una selezione di oggetti presenti al lancio sulla piattaforma online.

Info

  • Quando: dal 9 al 14 aprile 2019 – dalle ore 10.00 alle 20.30
  • Dove: Fabbrica del Vapore, Via Giulio Cesare Procaccini 4, Padiglione Messina 2
  • Ingresso gratuito
Milano Makers - Fuorisalone 2019 - Piantina Fabbrica del Vapore

La Piantina Fabbrica del Vapore per accedere alla mostra di Milano MakersSharing Design 6a edizione – Design No Brand, dal 9 al 14 aprile 2019, dalle ore 10.00 alle ore 20.30. Ingresso gratuito.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!