La tecnologia incontra il design: al Fuorisalone 2018 il Bovisa Design District

In occasione del Fuorisalone, dal 17 al 22 aprile, l’ex area industriale a nord-ovest di Milano propone ai visitatori percorsi interattivi per scoprire il meglio della produzione tecnologica incubata e sviluppata in zona attraverso centinaia di espositori, eventi e mostre per tutte le età e interessi e idee: ecco il Bovisa Design District.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 13/04/2018 Aggiornato il 13/04/2018
La tecnologia incontra il design: al Fuorisalone 2018 il Bovisa Design District

Con la Milan Design Week 2018 prende vita il Bovisa Design District, altro  distretto milanese dedicato all’innovazione, alla tecnologia e alla creatività. In occasione del Fuorisalone, dal 17 al 22 aprile, l’ex area industriale in continua riqualificazione a Nord-Ovest del capoluogo lombardo propone ai visitatori percorsi interattivi per scoprire il meglio della produzione tecnologica sviluppata in zona attraverso centinaia di espositori, eventi e mostre per tutte le età e interessi e idee in grado di segnare piccole e grandi svolte nello sviluppo della società.

Bovisa Design District rappresenta l’incontro di diverse realtà che costituiscono o vivono il tessuto sociale e produttivo del quartiere con la volontà di indirizzare gli sforzi comuni verso il consolidamento della zona come polo dell’innovazione.

Smart Life E.volution – Design Innovation

L’evento è ideato e organizzato da Wise Society, dalla Tus Holding e Tus Park, il più grande polo scientifico universitario al mondo legato alla Tsinghua University di Pechino.  27 aziende e startup tecnologiche provenienti da Tus Star, il più grande incubatore al mondo con oltre 5000 aziende, danno vita nei circa 4000 mq in via Durando 39 ad una futuristica esposizione tra robotica, realtà virtuale, intelligenze artificiali e nuove tecnologie. Gli oggetti esposti rappresentano l’integrazione tra il design e le ultime tecnologie che permettono ai prodotti di diventare sempre più innovativi, interconnessi e intelligenti: ottimizzano i processi produttivi, semplificano l’interazione tra le persone e l’ambiente, anticipano i nostri bisogni e rispondono dinamicamente ai nostri comportamenti.  Tra le novità presenti: droni intelligenti in grado di muoversi agilmente in ambienti angusti o complessi con guida automatica; robot wireless per le esplorazioni subacquee e robot dalla visione potenziata; prodotti “intelligenti” che permettono ai genitori di monitorare i bambini piccoli, dialogando in wi-fi con una luce che cambia colore in caso di emergenze; biciclette con smart drive system; un dispositivo sottile e trasparente che trasforma il touchpad di un portatile in tastierino numerico; sistemi non invasivi per coltivare le mura di casa con controllo remoto tramite app; software per personalizzare l’auto in realtà virtuale e aumentata; abiti in grado di mantenere la temperatura corporea.

Via Giovanni Durando, 39

Bright Monday

Durante la Design Week, il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano insieme ad altri Dipartimenti del Politecnico, Polihub e Polifactory e con la collaborazione di MakersHub e Ideas Bit Factory, presenta progetti e prodotti sperimentali sviluppati da studenti ed ex studenti. I prototipi sono esposti all’interno di 300 mq di spazio in via Durando 39, e testimoniano il viaggio nell’ingegno italiano proposto da Bright Monday che esplora svariati settori. Il design è raccontato attraverso aspetti della quotidianità con i micro-oggetti di POLIfactory, la selezione di progetti di Next Design Innovation e di Wood design, le rivoluzionarie stampe 3D in ceramica, gli scarti di pietra recuperati in oggetti per la casa di recycledstones e l’agricoltura idroponica per la casa. Tra le esposizioni nel settore della mobilità, compaiono: la prima macchina solare del 1987, prestata dal Dipartimento di Energia, la moto sperimentale degli studenti del Dipartimento di Meccanica, targata Polimi Motorcycle Factory, la traversa ferroviaria ecosostenibile Greenrail, ottenuta da materiale riciclato e sviluppata in Polihub, la barca a vela in composito del Dipartimento di Design che ha partecipato alle regate interateneo,  l’ambulanza in bicicletta. Presenti anche il mondo della robotica con la Tatarobotica e il settore aerospaziale, con i vestiti spaziali del Dipartimento di Design e l’Associazione studentesca che partecipa,  costruendo missili,  a importanti competizioni internazionali.

Via Giovanni Durando, 39

A letto con il DESIGN – Design Hostel

Per il secondo anno torna l’ostello temporaneo aperto al pubblico promosso e prodotto da MakersHub e IDEAS Bit Factory: alloggi visitabili di designer, mostre interattive a sfondo gastronomico, esposizioni futuristiche, laboratori per makers e workshop per studenti. Il progetto, realizzato con la collaborazione di POLI.design, della Scuola di Design e del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, vede trasformare 1200 mq di una vecchia fabbrica verticale, oggi il makerspace più grande d’Italia (Makers Hub + IDEAS Bit Factory), in un nuovo modello di ospitalità. Per l’intera durata della Design Week, l’ambiente si dispiega come un ostello ibrido con 50 posti letto e 10 suite tematiche, a metà tra il concetto di casa temporanea e quello di fabbrica abitabile.

Ingresso reception del Design Hostel: un inedito ostello ibrido, a metà tra il concetto di casa temporanea e quello di fabbrica abitabile

Ingresso reception del Design Hostel: un inedito ostello ibrido, a metà tra il concetto di casa temporanea e quello di fabbrica abitabile

 

Tra le iniziative ospitate dal Design Hostel, anche l’atteso progetto Favole al telefono, un viaggio nella Storia gastronomica d’Italia attraverso alcuni dei marchi storici del made in Italy, in mostra secondo tre modalità: interattiva, immersiva e diffusa. La mostra interattiva parte da un vecchio telefono SIP appoggiato al desk d’ingresso. Componendo il numero associato ad uno dei marchi esposti, una voce risponde al telefono conducendo il visitatore dentro una storia, la “favola” del marchio. Contemporaneamente lo spazio si anima: all’interno delle stanze del Design Hostel si accendono proiezioni che accompagnano le favole tra documenti storici, paesaggi di regioni lontane, storie di prodotti che parlano di tenacia, coraggio e ingegno. Accedendo fisicamente alle diverse stanze tematiche, il visitatore può immergersi completamente nel mondo di ciascun marchio attraverso foto, oggetti e proiezioni che raccontano la storia imprenditoriale di ciascuna azienda, dando voce ai suoi protagonisti. Alcuni dei prodotti esposti finiscono nei piatti della spaghettata di mezzanotte con dj set, evento aperto al pubblico previsto per mercoledì 18 a partire dalle 23.

Ad animare lo spazio “A letto con il DESIGN” ci sono le storie di "Favole al telefono", una storia gastronomica d'Italia,  dove un telefono hackerato permetterà di accendere e accedere allo spazio

Ad animare lo spazio “A letto con il DESIGN” ci sono le storie di “Favole al telefono“, una storia gastronomica d’Italia, dove un telefono hackerato permetterà di accendere e accedere allo spazio

 

Via Cosenz, 44/4

 

Co-create Design Week

Cilab-Design Department e IN/BOVISA presentano le migliori innovazioni nate all’interno del progetto europeo CO-CREATE, che vede aziende di diversi settori dialogare e lavorare insieme su nuovi prodotti e approcci. Venerdì 20 aprile si tiene una giornata immersiva di networking, matchmaking e pitching con i vincitori del progetto, gli investitori, autorità pubbliche ed esperti.

via Bovisasca 57/59

 

Design x Designers

Una grande mostra di progetti didattici provenienti da tutto il sistema Design del Politecnico di Milano: Scuola del Design, Dipartimento di Design e POLI.design. L’esposizione, che si sviluppa su 1500 mq nell’edificio B2, mette in luce molteplici settori progettuali: dal prodotto industriale alla moda, dal design degli interni alla comunicazione.

via Candiani 72

 

Living Philosophy, alla scoperta della “Zhai” cinese

Un viaggio per allestimenti nella tradizione cinese dell’abitare. La House of Art&Artists dà vita, per l’intera durata del Fuorisalone, al concetto cinese di “Zhai” (casa, appunto), che non è riconducibile solamente all’idea dell’abitare ma sfocia in tematiche quali la spiritualità, l’equilibrio, il benessere. HOAA, grazie alla collaborazione di progettisti cinesi e italiani, ricrea uno spazio interattivo e sensoriale in grado di proiettare il visitatore nella dimensione domestica tipica dell’Oriente e di far comprendere la filosofia cinese dell’abitare. All’interno dello spazio anche un’esposizione dedicata ai migliori progetti di “Zhai” nel mondo e un allestimento dedicato a Zaha Hadid, in collaborazione con l’omonimo studio londinese. Nel cortile interno viene proposto un ambiente informale dedicato al ristoro e alla socializzazione.

via Don Bartolomeo Grazioli 47

 

Homevisit, artigianato campano in mostra

Nato dalla collaborazione di Sovrappensiero design studio e del laboratorio di restauro Polignum, Homevisit è un omaggio al design campano, alle sue materie prime e al suo artigianato. Lo studio ricrea all’interno del laboratorio tre ambienti diversi nei quali racconta altrettante realtà campane: Marmi Sacco con i suoi arredi in pietra e marmo, Paestum Experience che produce oggetti dedicati alla cultura del territorio di Capaccio Paestum e Solimene Art, che propone ceramiche vietresi decorate a mano. Contestualmente all’esposizione, è possibile osservare all’opera le artigiane di Polignum.

via Tartini 10

 

PhabLabs 4.0

FabLab Milano, con sede in BASE B, propone una sfida sulla creazione di prodotti di moda e design, sfruttando la fotonica e gli strumenti della fabbricazione digitale.

via Raffaele Lambruschini 36

 

Pranzo conviviale @ Coltivando

Visita guidata sabato 21 aprile dalle 10:30 alle 14 nell’orto universitario Coltivando di via Candiani 72, a seguire un pranzo conviviale con le verdure dell’orto. Coltivando è situato negli spazi del campus Durando del Politecnico di Milano.

via Candiani 72

 

Laboratorio Controprogetto, porte aperte

Il laboratorio di via Cantoni 11, nato del 2003 per mano di Matteo Prudenziati e Alessia Zema, apre le porte al pubblico per avvicinare i visitatori all’approccio produttivo che caratterizza il progetto: utilizzo di materiali di recupero, promozione della “cultura del fare”, organizzazione di laboratori di progettazione partecipata per spazi pubblici.

via Cantoni 11

 

El spirit de Milan è Achille Castiglioni

Dal 17 al 22 aprile, tutti i giorni alle 19:30, “El spirit de Milan è Achille Castiglioni”, con il sostegno della Fondazione Achille Castiglioni e il patrocinio del Politecnico di Milano, vuole far rivivere lo spirito di uno dei padri fondatori del disegno industriale, che ha reso grande Milano nel mondo, all’interno del panorama delle celebrazioni del centenario della sua nascita. Nel foyer dello Spirit de Milan sarà allestita un’aula multimediale, in cui ogni sera si potrà assistere a 5 diverse lezioni che Castiglioni tenne al Politecnico di Milano. 5 racconti in cui la mimica e la fisicità vincono sulla comunicazione verbale: se è vero che il linguaggio del corpo vince sulla parola, Achille Castiglioni comunica anche ad audio spento. Sul palco-cattedra saliranno anche personalità che intrecceranno le loro esperienze con l’originale didattica del Maestro.

via Bovisasca 57/59

 

FuckUp Nights, quando si celebrano storie di fallimento

Impact Hub Milano celebra piccole storie di grandi fallimenti lunedì 23 aprile, dalle 19 alle 21. FuckUp Nights è un movimento globale dove le storie di fallimento vengono raccontate, messe in discussione e celebrate. Nato a Città del Messico nel 2012 da un gruppo di amici che hanno voluto liberare dagli stigmi il fallimento, oggi ha raggiunto più di 250 città, da Tokyo a Sydney, passando per Cape Town e Milano. Le FuckUp Nights rovesciano il concetto per cui ci sono errori che vale la pena raccontare. Tema della serata, i migliori fallimenti del Fuorisalone raccontati dai suoi protagonisti.

via Aosta 4

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!