Al Teatro Gerolamo, i mostri in vetro di Lasvit danno spettacolo. E vincono il Milano Design Award

Per il Fuorisalone 2018, il brand ceco di prodotti in vetro Lasvit ha ideato un vero e proprio spettacolo di cabaret per presentare la nuova collezione di oggetti firmata da designer internazionali. Presso lo storico teatro Gerolamo di piazza Beccaria, "Monster Cabaret", vincitrice del Milano Design Award, va in scena fino al 22 aprile.

Giovanna Strino
A cura di Giovanna Strino
Pubblicato il 21/04/2018 Aggiornato il 06/08/2018
Al Teatro Gerolamo, i mostri in vetro di Lasvit danno spettacolo. E vincono il Milano Design Award

Lo storico Teatro Gerolamo in piazza Beccaria, ospita fino al 22 aprile lo spettacolo Monster Cabaret by Lasvit, l’allestimento ideato dalla casa vetraia ceca per presentare la sua ultima collezione, sviluppata in collaborazione con designer di calibro internazionale. Chiuso negli ultimi 30 anni e riaperto nel 2017, il piccolo teatro delle marionette è una versione formato mini de La Scala di Milano, di cui riproduce il fascino e la magia. Una cornice perfetta per l’allestimento Monster Cabaret (che si è aggiudicato il Milano Design Award 2018) che si sviluppa come un racconto polifonico, in cui si incrociano le vite di personaggi e creature fantastiche, allo stesso tempo docili e feroci. Sono loro i protagonisti della nuova collezione Lasvit, Monsters appunto: vasi ed oggetti in vetro disegnati dai più noti designer contemporanei che hanno dato forma e volto a mostri dall’aspetto dolce e ironico. All’avanguardia per le tecniche di lavorazione, Lasvit ha stupito e incantato tutti i visitatori del teatro con una messa in scena ispirata alla forma di spettacolo nata alla fine del XIX secolo. L’allestimento si compone infatti di più contributi, prevedendo anche veri spettacoli che si alterneranno sul palco, condiviso con 108 lampadari Neverending Glory di Jan Plecháč & Henry Wielgus.

Al centro del teatro troneggia il mostro dei mostri The Independant di Maxim Velčovský (art director dell’azienda): un totem fatto di 111 schermi televisivi che trasmettono quella che si può definire “la voce del padrone”.

Come fossero spettatori, tutti i “mostri” di design in vetro, che sono esposti nelle balconate come le collezioni di bicchieri, vasi e oggetti, avvolgono il palcoscenico. Tra gli altri:
– Toyboys di Fabio Novembre
– Flix e Flex, due creature provenienti dallo spazio create da Fernando e Humberto Campana
– Rosencrantz e Guildenstern sono i mostri di Daniel Libeskind realizzati in un vetro speciale che cambia colore in base alla luce che riceve
– Rombo1 e Rombo 2 di Alessandro Mendini
–  Bhsd di Maarten Baas colorati piccoli mostri con denti affilatissimi
– Something Underneath di Nendo

A “Monster Cabaret” di Lasvit il Milano Design Award 2018
Tra le oltre 1500 esposizioni gratuite e aperte al pubblico a Milano dal 17 al 22 aprile 2018 in occasione del Fuorisalone, “Monster Cabaret” by Lasvit, allestita presso il teatro Gerolamo di piazza Beccaria, è stata proclama vincitrice del Milano Design Award, il premio che da otto edizioni celebra le migliori installazioni del Fuorisalone. Questa la motivazione:  “Per la straordinaria capacità del progetto di far dialogare i prodotti con il contesto e gli spettatori, mettendo in scena in modo ironico e spiazzante lo spettacolo della materia e della creatività in tutte le sue sfumature“. Prodotto da Elita e Fuorisalone.it, Milano Design Award è il concorso che premia gli eventi della Design Week di Milano. L’edizione 2018 è sponsorizzata da IED e Hyundai e supportata dai principali circuiti e progetti ufficiali del Fuorisalone: 5vie, Art+Design, Asia Design Pavilion, Brera Design District, IN/BOVISA, Milano Space Makers, Porta Venezia in design, Superstudio Più, Tortona Design Week, Triennale di Milano, Ventura Centrale, Ventura Future e Zona Sant’Ambrogio. L’obiettivo del Milano Design Award è premiare l’unicità dell’esperienza offerta al visitatore, individuare le espressioni estetiche che caratterizzano le tendenze progettuali contemporanee e sottolineare, attraverso la selezione dei progetti, i nuovi fenomeni socioculturali. La giuria di quest’anno è composta da Han Han (ricercatrice di Strategic Design, project manager per la Beijing Design Week e managing director della Kids Design Week in Cina), Stefania Siani(vicepresidente ed executive creative director della agenzia pubblicitaria DLV BBDO, membro del board ADCI e partner di Le Dictateur), Andrea Davide Cuman (studioso del Fuorisalone, docente e ricercatore di comunicazione, media e città), Valentina Ventrelli (esperta di estetiche contemporanee, ricercatrice, consulente di Future Concept Lab, co-autrice di saggi sulle tendenze emergenti, membro storico del comitato scientifico di Milano,) Paolo Ferrarini, (content curator e docente universitario, consulente per l’innovazione, corrispondente italiano di Cool Hunting). A loro il compito di ricercare alcuni aspetti essenziali degli eventi in città: coinvolgimento, visione, contemporaneità, rapporto con la città ed estetica.

Le categorie previste del Milano Design Award
– Best Technology
Premia la miglior implementazione o interpretazione tecnologica, digitale o meccanico/ analogica, a servizio di un domani imminente.
– Best Sustainability
Premia il progetto che pone l’etica e la sostenibilità al centro della riflessione creativa e suggerisce comportamenti virtuosi.
– Best Engagement
Premia l’interazione tra installazione e visitatore, il coinvolgimento che più soddisfa il desiderio di partecipazione e di inclusione.
– Best Playfulness
Premia la capacità di stupire e meravigliare il visitatore grazie al gioco e alla spettacolarizzazione del quotidiano.
– Unicorn
Premia l’espressione più efficace del pensiero laterale, alternativo e generatore di innovazioni.
– Milano Design Award 2018
Premia l’installazione che meglio interpreta la contemporaneità progettuale e la visione concettuale futura.

 

Clicca sulle immagini di Monster Cabaret by Lasvit per vederle full screen:

  • The Independant di Maxim Velčovský
  • Bhsd di Maarten Baas
  • Jenny and Ghoul di Moritz Waldemeyer
  • St. George and the Dragon di Jaroslav Brychta
  • The Monster i the Mirror di Maurizio Galante and Tal Lancman
  • Rombo1 e Rombo 2 di Alessandro Mendini
  • Flix e Flex di Fernando e Humberto Campana

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!