Alla Fabbrica del Vapore “I 20 anni del Salone Satellite”

Aperta tutti i giorni fino al 25 aprile 2017 alla Fabbrica del Vapore, la mostra antologica curata da Beppe Finessi "I 20 anni del Salone Satellite". Orario continuato e ingresso gratuito.
Monica Mattiacci
A cura di Monica Mattiacci
Pubblicato il 17/04/2017 Aggiornato il 17/08/2018
Alla Fabbrica del Vapore “I 20 anni del Salone Satellite”

Il compleanno del Salone Satellite continua alla Fabbrica del Vapore fino al 25 aprile con orario continuato e ingresso gratuito. Alla Fabbrica del Vapore, simbolo della creatività giovane e punto di partenza per numerose iniziative internazionali, continua la grande mostra antologica, curata da Beppe Finessi, intitolata “SALONESATELLITE. 20 Anni di Nuova Creatività”, iniziata nei giorni del Salone del Mobile.

La mostra raccoglie una serie di pezzi entrati in produzione dopo l’esposizione, per sottolineare come proprio nei padiglioni dedicati al Salone Satellite si sviluppino le relazioni fra aziende produttrici e designer. Si tratta di una sorta di secondo capitolo rispetto a quella proposta nel 2007, intitolata “Avverati. Progetti dal SaloneSatellite alla produzione”, anch’essa curata dallo stesso architetto Finessi: una carrellata di alcune centinaia di prodotti presentati durante le edizioni del SaloneSatellite come prototipi e poi entrati nel mercato, tra i cataloghi di aziende prestigiose e di grande diffusione, e altre realtà produttive di particolare significato.

Alcuni dei progetti di questi vent’anni sono diventati infatti prodotti di successo, altri addirittura icone di questa nuova stagione del design, altri hanno ricevuto prestigiosi premi e riconoscimenti, altri ancora sono entrati nei musei di design più importanti.

“Rileggere i vent’anni del SaloneSatellite”, afferma l’architetto Finessi, “vuol dire incontrare molti dei protagonisti del design di oggi, che proprio al SaloneSatellite sono nati e cresciuti. E che qui hanno trovato il primo momento di ascolto e confronto. Emoziona rivedere la qualità del loro lavoro, ma impressiona considerare anche il loro numero: sono più di 100 gli autori che si sono affermati e sono oggi progettisti riconosciuti per la loro autorialità, personalità e originalità”.

In sintesi
  • Dove: Fabbrica del Vapore, via Giulio Cesare Procaccini 4.
  • Quando: tutti i giorni fino al 25 aprile con orario continuato dalle 10 alle 19 e ingresso gratuito.

Clicca sulle immagini per vederle full screen

  • Le Trinity Bowls disegnate da Adam Cornish e prodotte nel 2013 da Alessi.
  • La trottola Twirl disegnata da Frédérique Ficheroulle e autoprodotta.
  • I calici di Massimo Lunardon Kerouac disegnati nel 2002.
  • La sedia Brio disegnata da Mikiya Kobayashi e prodotta da Covo.
  • Bulb, la lampada a sospensione della collezione skin lightt progettata da PD Design.
  • Il tavolo Zevaka disegnato da Yaroslav Misonzhnikov.

 

Le Trinity Bowls disegnate da Adam Cornish e prodotte nel 2013 da Alessi.

Le Trinity Bowls disegnate da Adam Cornish e prodotte nel 2013 da Alessi.

La trottola Twirl disegnata da Frédérique Ficheroulle e autoprodotta.

La trottola Twirl disegnata da Frédérique Ficheroulle e autoprodotta.

I calici di Massimo Lunardon Kerouac disegnati nel 2002.

I calici di Massimo Lunardon Kerouac disegnati nel 2002.

La sedia Brio disegnata da Mikiya Kobayashi e prodotta da Covo.

La sedia Brio disegnata da Mikiya Kobayashi e prodotta da Covo.

Bulb, la lampada a sospensione della collezione skin lightt progettata da PD Design.

Bulb, la lampada a sospensione della collezione skin lightt progettata da PD Design.

Il tavolo Zevaka disegnato da Yaroslav Misonzhnikov.

Il tavolo Zevaka disegnato da Yaroslav Misonzhnikov.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!