L’acciaio in mostra da CEA a Milano

Si chiama Naturalmente Acciaio 2017 il ciclo di incontri organizzati a Milano da CEA, un viaggio alla scoperta di questo materiale, valore aggiunto alla qualità della vita e al benessere dell’uomo. Gli appuntamenti da segnare in agenda sono il 7 novembre e il 14 dicembre.
Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 22/09/2017 Aggiornato il 14/08/2018
cea

Un viaggio verso la conoscenza dell’acciaio, un materiale dalle mille sfaccettature che ha cambiato in modo significativo la natura del pianeta. Questo l’obiettivo di Naturalmente Acciaio 2017, una serie di incontri organizzati a Milano da CEA e dedicati proprio al tema dell’acciaio.

Durevole e resistente, sostenibile, ecocompatibile, igienico e antibatterico, l’acciaio è un valore aggiunto alla qualità della vita e al benessere dell’uomo. Gli appuntamenti da segnare in agenda sono per il 7 novembre e il 14 dicembre.

Il 7 novembre (ore 18.30 – 20.00) si terrà l’incontro dal titolo “Olio, vino e acciaio“,  che affronterà l’utilizzo del materiale in campo alimentare per la conservazione di olio e vino. Relatori saranno l’enologo Marcello Lunelli Vicepresidente di Cantine Ferrari e lo chef Tano Simonato Patron del Ristorante Tano Passami l’Olio. Chimicamente inerte, l’acciaio inossidabile ha proprietà igieniche e antibatteriche, di facile manutenzione e sterilizzazione, la sua ottima conducibilità termica lo rendono quindi un materiale fondamentale nel settore alimentare, in particolare olio e vino, perché non altera le qualità organolettive nel pieno rispetto dei parametri biologici. Nelle botti d’acciaio nascono e maturano i vini dove aromi e profumi si definiscono. Mentre, impermeabili a luce e calore, i contenitori d’acciaio preservano l’olio d’oliva da fenomeni di ossidazione rendendolo in questo modo l’indiscusso protagonista per la conservazione e la fermentazione di alimenti.

 “Steelsound” invece è il titolo dell’altro appuntamento in programma il 14 dicembre 2017 e condotto dall’Architetto Giancarlo Marzorati e da Maurizio Cella Sales Italia di REUGE. Il potere fonoisolante dell’acciaio  dovuto alla massa naturale lo rendono un materiale essenziale nella progettazione di sale da concerto. Il suo utilizzo, combinato ad altri elementi, riflette il suono in modo uniforme, udibile da ogni angolatura e distanza. Come nel caso del carrilon, strumento musicale automatico del diciannovesimo secolo che produce musica facendo vibrare delle lamelle di acciaio disposte a pettine, con delle punte poste su un cilindro o su un disco rotante.

Gli incontri sono aperti al pubblico, prenotandosi all’indirizzo info@ceadesign.it.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!

Concorso riparti con catrice 2020