Alpi al Fuorisalone: superfici decor di grande impatto

Realtà d’eccezione italiana, Alpi definisce il suo attuale corso "2.0". Che coniuga sapienza manuale e cultura industriale evoluta. Ecco il legno di Alpi che fa bella mostra di sé al Fuorisalone in via Solferino.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 14/04/2016 Aggiornato il 14/04/2016
Alpi al Fuorisalone: superfici decor di grande impatto

Nelle superfici firmate Alpi il valore della sapienza manuale si fonde in una cultura industriale evoluta; sofisticati macchinari sono ancora capaci di dialogare a tu per tu con le persone che ne rappresentano il vero motore, gli stessi individui da sempre al centro dei progetti. Già a partire dagli anni ‘80 la passione per il design ha portato l’azienda a collaborazioni di successo con il mondo dell’architettura e della progettazione, sviluppando inedite finiture con Ettore Sottsass, Alessandro Mendini, Angelo Mangiarotti e molti altri. Oggi è con quello stesso slancio e la stessa voglia di sperimentare che si è dato il via a questo nuovo percorso che l’azienda ama definire ALPI 2.0.”

Sfogliatura, tintura, composizione, incollaggio, pressatura, squadratura, tranciatura, collaudo…  è la fitta sequenza produttiva del legno Alpi, in cui forma e sostanza dialogano tra tecnica e sapiente manualità: l’azienda scompone e ricompone il legno di Pioppo, Tiglio  o Ayous, tutti rigorosamente di origine controllata, in infinite essenze, finiture e decori attraverso un particolare processo che sfoglia il legno e lo tinge per immersione; infine, sovrapponendone i fogli  tinti ricrea un nuovo tronco. Un processo produttivo affascinante, dove il tempo si è solo apparentemente fermato e dove una materia viva come il legno si esalta attraverso le tecnologie più innovative e l’importante eredità culturale del  lavoro manuale.

Materia viva, certificata, eco-sostenibile, il legno Alpi, scomposto e ricomposto in infinite essenze, finiture e decori, rappresenta una proposta unica per varietà, dalle caratteristiche qualitative superiori, con illimitate soluzioni, a catalogo e bespoke, sempre costanti nei colori e nelle dimensioni, riproducibili nel tempo, per molteplici ambiti applicativi per ogni  superficie. La  “quadratura” del  legno.

Clicca sulle immagini di Alpi per vederle full screen

Clicca per vederle full screen le immagini scattate in diretta al Fuorisalone 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!