Cersaie a fianco di Ca’ Lando: il 20 maggio la Mostra dedicata allo studio MIDE Architetti

La mostra visibile fino al 29 maggio, presso la corte di Ca’ Lando (via Aristide Gabelli, Padova) è l'occasione per presentare le prossime iniziative di Cersaie 2022, il salone internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredobagno che si terrà a Bologna dal 26 al 30 settembre prossimi.

Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 18/05/2022 Aggiornato il 18/05/2022
cersaie ingresso

L’Architettura Europea oggi” è il titolo di un ricco programma di eventi di architettura in scena a la corte di Ca’ Lando, in via Aristide Gabelli a Padova. Tre le mostre monografiche dedicate ai lavori di tre studi: MIDE architetti, Associates Architecture, CORREIA/RAGAZZI ARQUITECTOS.

Un programma di eventi nei mesi di maggio, luglio e settembre 2022 che vede assieme CasabellaFormazione ed il Dipartimento di Ingegneria Civile Edile e Ambientale (ICEA) dell’Università di Padova. Il primo appuntamento si terrà il 20 maggio alle 18:30 con l’inaugurazione della mostra dedicata allo studio MIDE Architetti, alla presenza dei progettisti, che sarà visibile fino al 29 maggio. Un’occasione anche per presentare le prossime iniziative di Cersaie 2022, il Salone internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredobagno in programma a Bologna dal 26 al 30 settembre prossimi

Il Salone ospiterà per il tredicesimo anno consecutivo il programma di architettura “costruire abitare pensare” che ogni anno porta a Bologna i più importanti esponenti dell’architettura internazionale. 

Le attività culturali di Ca’ Lando sostenute da Cersaie rientrano nell’ambito delle attività per la promozione dell’industria ceramica e di Cersaie, a testimonianza della grande attenzione del settore ceramico italiano verso il tema della progettazione architettonica.

Corte Ca’ Lando: un po’ di storia

La corte Ca’ Lando è legata all’Università di Padova come luogo per attività didattiche, di ricerca e culturali, grazie ad una convenzione tra il Comune di Padova e il Dipartimento ICEA dell’Università di Padova e rappresenta uno dei più singolari e compiuti esempi di edilizia con destinazione caritativa realizzati nel corso del Rinascimento. La costruzione del complesso fu portata a termine nel 1534 sulla base di un lascito testamentario del nobiluomo Marco Lando e oggi, dopo quasi cinquecento anni, conserva la sua funzione di sostegno sociale, ospitando associazioni del terzo settore.  

All’università sono stati concessi gli spazi della chiesa sconsacrata che i docenti responsabili dell’attuazione della convenzione, Edoardo Narne e Stefano Zaggia, hanno predisposto per permettere un uso consono e modulare dello spazio interno per le attività delle realtà universitarie afferenti al Dipartimento ICEA coinvolte nel programma, quali il Laboratorio di Storia dell’Architettura, lo IEA Made, il laboratorio di autocostruzione del corso di laurea in Ingegneria Edile-Architettura e il gruppo di progettazione che lavora per il team G124 del Senatore Renzo Piano sulle periferie.

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!