ll meglio del design dal Belgio premiato con gli Henry van de Velde Awards 2022

L'edizione 2022 del premio al migliore design belga riconosce il valore del mondo del progetto di una delle aree europee più creative.
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 03/04/2022 Aggiornato il 03/04/2022
logo van de velde awards 2022

Giunti alla ventottesima edizione, gli Henry van de Velde  Awards che riconoscono il miglior design dal Belgio hanno visto quest’anno il record di partecipazioni (più di quattrocentoventi) e una formula con due nuove sezioni e tre riconoscimenti – Gold, Silver, Bronze – per ciascuna categoria.

Il premio di design, ispirato al grande architetto e progettista belga da cui prende nome e organizzato dal Flanders District of Creativity, risulta tra i più prestigiosi e interessanti del settore ed è un utile strumento per conoscere il valore e il percorso di ricerca nel campo del progetto di una delle aree geografiche europee più creativamente prolifiche e all’avanguardia. Non per nulla molti designer rinomati (Xavier Lust, Marina Bautier…) che oggi collaborano con le aziende di arredamento made in Italy provengono dal Belgio, così come ancor più sono gli stilisti di moda conosciuti: Martin Margiela, Ann Demeulemeester, Dries Van Noten, Dirk Bikkemberg.  E nutrite sono anche le delegazioni di giovani creativi che presenziano ogni anno al Salone del Mobile.Milano.

Diversi i prodotti di design belga premiati – apparecchi medicali, oggetti nati da altri giunti a fine vita, giochi futuribili, materiali innovativi, icone grafiche… –, oltre a servizi e a progetti di architettura. Tra questi ultimi esemplare il Tunneltaal di Manon Lambeens, vincitrice della palma nella categoria Public: una ricerca sulla possibile trasformazione dei tunnel insicuri e bui in spazi simbolici di connessione sociale, luminosi e ospitali.

Nella sezione Habitat, interamente dedicata alla casa, si sono distinti un sistema di illuminazione con apparecchi luminosi a incasso capaci di creare diverse atmosfere, un abaco modulare di pannellature e di porte, una famiglia di tappeti.

Premi alla carriera, all’innovazione industriale, al talento giovanile invece rispettivamente al designer Wim Seger, all’azienda di serramenti avanzati Renson, alla disegnatrice di gioielli Lore Langendries.

Alcuni dei progetti di design dal Belgio premiati

  • sistema di illuminazione Inti di Kristof Pycke per Kreon
  • spilla My brooch is your tie di Lore Langendries
  • sella riciclata Kontour di Pinkoliv
  • sedia Senja di Wim Segers per Tribu
  • ricerca cromatica Ecology of Colour di Laboratorium, Heleen Sintobin e Maria Boto
  • progetto Tunneltaal di Manon Lambeens
  • progetto di Wim Segers sul cibo quotidiano
  • grafica The Icon Project di Kern 02 per Cisco Systems
  • copertura lamellare Renson
  • apparecchio medicale Minze Diary Pod di Minze Health

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!