Edilizia etica e mondo del sociale: ColorAid, il progetto solidale che le lega

Aziende, professionisti, artigiani e studenti si danno ogni anno appuntamento per un’importante opera di edilizia etica.
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 25/04/2021 Aggiornato il 25/04/2021
coloraid2021 novacolor

ColorAid è un progetto solidale, giunto quest’anno alla quinta edizione, che lega edilizia etica e mondo solidale in un fruttuoso binomio privato-pubblico. Promosso da Radio Colore e Colore&Hobby, si prefigge di ristrutturare e di riprogettare cromaticamente strutture del terzo settore con il sostegno di aziende specializzate, di professionisti, di artigiani e di studenti inseriti in un percorso di alternanza scuola-lavoro.

L’edizione 2021 ha visto il coinvolgimento degli studenti del liceo scientifico Alessandro Volta di Milano nella riqualificazione del Mini Hub del capoluogo lombardo. Una struttura comunale attigua alla Casa Enzo Jannacci, con cinque appartamenti destinati all’accoglienza temporanea di famiglie in emergenza abitativa, con l’obiettivo di salvaguardare l’integrità dei nuclei familiari in periodi complicati come quello attuale.

“Il progetto – spiegano il vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo e l’assessore alle politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti – è un laboratorio artistico e insieme civico di grande valore educativo e sociale. Anche per la preziosa partecipazione degli studenti all’obiettivo comune di portare colore e calore in luoghi dedicati a famiglie in grave difficoltà. È importante che queste persone possano infatti vivere, grazie all’impegno solidale di ColorAid, in abitazioni confortevoli e abbellite.”

I giovani vengono infatti coinvolti in una prova concreta di pratica manuale, di apprendimento di competenze trasversali e di scoperta del lavoro di gruppo, impegnandoli inoltre nel sostegno dei soggetti più fragili della loro città.

Una esperienza di edilizia etica che lascia letteralmente il segno nei luoghi, oltre che nei protagonisti, e lancia sul territorio semi per il futuro. Così ad esempio Novacolor, tra le aziende che hanno partecipato all’edizione di quest’anno, ha in previsione l’inaugurazione a Milano di uno showroom sociale, nel quartiere artistico di Brera. Si tratterà di un luogo in cui decoratori ed esperti del colore del marchio metteranno a disposizione il loro sapere per insegnare a persone in difficoltà un nuovo mestiere.

Novacolor ColorAid2021 Mini Hub Milano

Novacolor, azienda italiana specializzata in decorazione d’interni, ha partecipato a ColorAid 2021, occupandosi di una parte del Mini Hub di viale Ortles a Milano. Davide Palma, maestro decoratore e ambassador del marchio, con l’aiuto di alcune allieve del liceo scientifico milanese Volta ha reinterpretato tre ambienti dell’edificio utilizzando altrettanti prodotti diversi come CalceCruda, Luce_Wall Painting e Archi+Pietra Intonaco. Il primo è un rivestimento decorativo minerale a base di calce e argilla, il secondo è un rivestimento decorativo texturizzato ad effetto lievemente metallizzato, ottenuto con un legante derivato da biomassa sostenibile, pertanto privo di materie prime fossili e di conseguenza riducente il carbon footprint. Archi+Pietra Intonaco è invece una finitura decorativa in polvere a base di calce idraulica a grana grossa, per un effetto naturale declinato sulle tinte terrose e polverose, con dettagli metallizzati. www.novacolor.it

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!