Mostra “Wall Surfaces” (27 Stops – Bari) - Bari

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 29/04/2019 Aggiornato il 29/04/2019
Dal al
Bari (BA)
Regione: Puglia
Luogo: Complesso Monumentale di Santa Chiara e San Francesco della Scarpa, via Pier l’Eremita 2
Telefono: 080/5286305
Orari di apertura: 24 ore su 24
Costo: Ingresso libero
Note:
L'ultimo lavoro dell'artista britannico David Tremlett (St. Austell, Cornovaglia, 1945) è un'opera pubblica per la città di Bari, un wall drawing permanente realizzato all’interno di un importante intervento di riqualificazione del Complesso monumentale di Santa Chiara e San Francesco della Scarpa.

Il progetto, reso possibile grazie al contributo finanziario della Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie Urbane del Ministero per i Beni e le Attività Culturali costituisce una importante operazione di arte pubblica destinata a trasformare l’impatto visivo della preesistente architettura novecentesca che connette tra loro i due principali edifici storici del complesso di Santa Chiara, ricucendo con un intervento artistico il dialogo tra le due architetture monumentali.

L’intervento artistico è coordinato dall’Architetto Luca Cipelletti che da dieci anni collabora con Tremlett a progetti tra arte e architettura sia privati che pubblici.
Per la realizzazione è stata attivata una collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bari che prevede la partecipazione attiva di alcuni studenti che potranno così apprendere e sperimentare in prima persona la particolare tecnica a pastello di Tremlett.

L’opera dell’artista è una composizione di 27 grandi elementi colorati verticali di diversa forma e dimensione, realizzati a pastello permanente su muro.
Tremlett intende dedicare questo lavoro alla memoria di Marilena Bonomo, scomparsa nel 2014, straordinaria figura di operatrice culturale e di gallerista che ha portato a Bari, oltre allo stesso Tremlett, grandi personalità dell’arte contemporanea tra cui Sol LeWitt, Alighiero Boetti e Mimmo Paladino. Fin dagli esordi nei primi anni Settanta, la gallerista pugliese ha mostrato una spiccata predilezione verso l’arte minimalista e concettuale.


“Wall Surfaces” (27 Stops – Bari)
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com