Mostra Vincenzo Frattini. La dipendenza sensibile alle condizioni iniziali - Ischia

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 15/04/2018 Aggiornato il 15/04/2018

Diciassette tra opere a parete, sculture, installazioni e video raccontano l'evoluzione degli ultimi dieci anni di lavoro dell'artista salernitano Vincenzo Frattini (Salerno, 1978). La mostra si ispira alla teoria scientifica del caos reinterpretando, da un punto di vista estetico e tecnico, i complessi meccanismi che governano le leggi naturali nel tentativo di rintracciare lo scorrere della vita umana e di fornire un’esperienza diretta della realtà, attraverso la relazione sensibile tra forma e colore. Il concetto di fondo ruota intorno alla nozione di “Dipendenza sensibile alle condizioni iniziali” teorizzata dal meteorologo Edward Lorenz, ossia quel concetto per cui un minimo spostamento di molecole d’aria in un dato luogo può provocare, a distanza di tempo e spazio, un evento di portata estremamente maggiore. L’esposizione aspira a reinterpretare la teoria del caos tramite le arti visive, attraverso un approccio antologico alla produzione di Frattini. L’allestimento vede susseguirsi le opere in un gioco di sospensioni che restituiscono una visione globale ma diversificata della pratica dell’artista. La mostra, curata da Valeria D'Ambrosio, è promossa e organizzata dagli Amici di Gabriele Mattera,  in collaborazione con la Galleria Giovanni Bonelli. 

Dal al
Ischia (NA)
ATTENZIONE
Prima di presentarsi alle mostre informarsi sulle modalità di ingresso in relazione all’emergenza Covid-19 e visitare il sito ufficiale dell’evento per avere conferma delle date e degli orari.
Regione: Campania
Luogo: Castello Aragonese d'Ischia, via Pontile Aragonese
Telefono: 081/991959
Orari di apertura: 9-18,30 tutti i giorni
Costo: 10 euro; ridotto 6 euro
Vincenzo Frattini. La dipendenza sensibile alle condizioni iniziali
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com