Mostra Vetro e Opera Lirica - Venezia

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 09/08/2022 Aggiornato il 09/08/2022
Dall' al
Venezia (VE)
Regione: Veneto
Luogo: Casa di Carlo Goldoni, San Polo 2794
Telefono: 041/2759325
Orari di apertura: 10-16. Mercoledì chiuso
Costo: 6 euro; ridotto 5,50 euro
Dove acquistare: https://carlogoldoni.visitmuve.it/
Sito web: www.carlogoldoni.visitmuve.it
Organizzatore: Fondazione Musei Civici di Venezia
Note:
Casa di Carlo Goldoni ospita la mostra su progetto e curatela di Sandro Pezzoli in collaborazione con Chiara Squarcina.
L’esposizione collettiva itinerante si inserisce all’interno delle attività proposte in occasione dell’Anno Internazionale del Vetro e, dopo Venezia, verrà presentata a Milano, Napoli, Madrid-Alcorcón e Segovia.

La Fondazione Musei Civici di Venezia con questa mostra ha voluto sottolineare il binomio Vetro e Lirica per focalizzare il rapporto fra due forme d’arte profondamente italiane e strettamente legate a Venezia.
La città lagunare è infatti celebre per l’arte del vetro soffiato, universalmente associata all’isola di Murano, ma è anche la patria del teatro d’opera, che qui
prese vita nel 1637 con l’apertura del San Cassiano. Il fiato del cantante e il soffio del maestro vetraio hanno quella stessa energia che produce arte e bellezza.

Gli artisti in esposizione hanno realizzato opere legate al mondo dell’opera lirica, prestando particolare attenzione ad alcuni requisiti vincolanti: la coerenza dell’ispirazione dell’opera, la presenza di una quota di materiale vetroso all’interno del manufatto, il dimensionamento importante.

Gli artisti, accomunati dall’interesse per il Melodramma, appartengono a vari
settori dell’arte: dalla pittura alla scultura, dal mondo del design alla fotografia, ecc. Le opere sono state eseguite usando varie tecniche del vetro ed esprimono concetti ispirati all’opera lirica a tutto tondo, che superano il mero fatto estetico, per incidere in profondità in una simbiosi semantica tra le due arti, fino a creare una sinestesia tra le stesse.

Il percorso espositivo è pensato per la massima integrazione tra le opere e il contesto esistente. Le opere sono disseminate lungo l’articolazione degli spazi, dal portego alle sale del piano nobile, seguendo una logica “estetica”, per privilegiare la massima armonia tra l’esistente e i manufatti in mostra.

Gli artisti presenti in mostra sono:
Joan Crous, Montserrat Durán Muntadas, Gala Fernández,
Pasquale Gadaleta, Maria Christina Hamel, Silvia Levenson, Silvia Listorti,
Aristide Najean, Laura Panno, Lucio Perna, Maria Grazie Rosin, Natalia Saurin, Matteo Seguso, Marina e Susanna Sent, Giovanni Soccol, Yolanda Tabanera,
Lino Tagliapietra, Camillo Triulzi, Violetta Uboldi, Andrea Zepponi.






AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com