Mostra Vertigine. Visioni contemporanee della montagna - Domodossola

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 11/07/2021 Aggiornato il 11/07/2021
Dal al
Domodossola (VB)
ATTENZIONE
Le mostre possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è preferibile verificare direttamente con gli organizzatori o sul sito, prima di recarsi sul posto.
Regione: Piemonte
Luogo: Casa De Rodis, piazza Mercato 8
Telefono: 347/7140135
Orari di apertura: 15-19 giovedì e venerdì; 10-13; 15-19 sabato e domenica
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.collezioneposcio.it; www.asilobianco.it
Organizzatore: Collezione Poscio in collaborazione con Associazione Asilo Bianco
Note:
Una mostra collettiva per svelare alcuni aspetti delle ricerche artistiche contemporanee intorno alla montagna attraverso pittura, scultura, fotografia, video e installazioni.

Il tema è articolato alla luce della produzione artistica più recente, grazie alle opere di 21 artisti contemporanei che investigano attraverso media diversi i molteplici aspetti legati all’immaginario della montagna.

La vertigine del titolo rimanda allora all’uomo sospeso nella natura tra due infiniti di pascaliana memoria: si va dall’infinitamente grande delle vette alpine all’infinitamente piccolo dei cristalli di neve. Due estremi, due abissi contrari e complementari che fanno perdere i riferimenti con la scala del nostro spazio.

Un perdersi che è anche un ritrovarsi nel percorso che si apre allo spettatore nelle opere di Fabrizio Albertini, Salvatore Astore, Joseph Beuys, Enrica Borghi, Marta Dell’Angelo e Gohar Martirosyan, Frenzy, Daniele Galliano, Simone Geraci, Daniele Giunta, Marcovinicio, Irene Pessino, Federico Piccari, Laura Pugno, Pierluigi Pusole, Franco Rasma, Turi Rapisarda, Giovanni Rizzoli, Luigi Stoisa, Gosia Turzeniecka, Velasco Vitali.

Arte e territorio dialogano a partire dallo stretto legame tra Carlo Fornara e la sua terra, la Valle Vigezzo, riflettendo sui temi della montagna e del viaggio.

La mostra forma un legame diretto, più o meno esplicito, con paesaggi, vedute e storie dipinti dai pittori vigezzini dell’Ottocento, i cui quadri costituiscono il cuore della Collezione Poscio.
Un avvicinarsi e un decifrare questi luoghi partendo da nuove prospettive e da molteplici visioni.

La mostra è a cura di Giorgio Caione.

AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com