Mostra Vanessa Safavi. Dolls and Goddesses - Agrate Conturbia

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 19/05/2021 Aggiornato il 19/05/2021
Dal al
Agrate Conturbia (NO)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Piemonte
Luogo: CASCINA I.D.E.A., via Guglielmo Marconi 26
Telefono: 0322/832100 URP Comune
Orari di apertura: mercoledì e sabato visita su appuntamento scrivendo a federica@nicolettarusconi.com
Costo: Ingresso libero, visita su appuntamento scrivendo a federica@nicolettarusconi.com
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.nicolettarusconi.com
Organizzatore: Nicoletta Rusconi Art Projects
Note:
Immersa nelle campagne del novarese CASCINA I.D.E.A., il complesso rurale trasformato da Nicoletta Rusconi Art Projects in luogo dedicato all’arte e alla sperimentazione, presenta la mostra personale di Vannessa Safavi (Losanna, 1980).

Nata durante la residenza dell’artista negli spazi della cascina, la mostra esplora, con umorismo e senso di provocazione, gli stereotipi di genere, analizzando le possibilità scultoree della rappresentazione del corpo e mettendo in discussione la relazione con la malattia, la sessualità e l'identità.

Le opere presentate sono il risultato di una ricerca teorica e formale condotta dalla Safavi sul ruolo della donna nella società occidentale, con un particolare focus sulla figura della donna artista.

Con il suo lavoro l'artista analizza differenti aspetti della condizione umana, paragonandoli a particolari qualità inespresse della materia: il suo obiettivo è far emergere il perpetuarsi dell'energia vitale, di quella forza primordiale propria della natura femminile, che nella matriarcale società preellenica si venerava in quanto generatrice di vita.

Il percorso di mostra si articola a partire dal piano superiore della Cascina, dove sono esposte una serie di ceramiche smaltate che rappresentano seni di donne: opere ispirate agli ex voto, offerte votive anatomiche che, in diverse culture e religioni, rappresentano frammenti di corpo di cui si chiede la guarigione.

Al piano inferiore invece trovano posto una serie di nuove opere: ceramiche smaltate che riproducono dettagli di mani (unghie, dita), e grandi dipinti in silicone.

La programmazione di CASCINA I.D.E.A. prosegue, a partire dal 1° giugno 2021 con la residenza di Thomas De Falco (1982) e la sua personale che inaugurerà il 3 ottobre 2021.
Sempre da giugno 2021, grazie alla collaborazione con Loom Gallery, negli spazi della cascina saranno visibili i lavori di Paul Gees e Marco Andrea Magni.

La mostra è a cura di Marco Tagliafierro.
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com