Mostra Van Dyck. Pittore di corte - Torino

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 25/11/2018 Aggiornato il 05/12/2018
Dal al
Torino (TO)
Regione: Piemonte
Luogo: Musei Reali di Torino, Sale Palatine della Galleria Sabauda, piazzetta Reale 1
Telefono: 011/024301;
Orari di apertura: 9-19
Costo: 14 euro; ridotto 12 euro
Note:
La Galleria Sabauda presso i Musei Reali di Torino ospita la grande mostra dedicata a Antoon van Dyck (Anversa, 1599 - Londra, 1641) uno dei più grandi artisti del Seicento europeo, il miglior allievo di Rubens che rivoluzionò l’arte del ritratto del XVII secolo. Personaggio di fama internazionale, gentiluomo dai modi raffinati, artista geniale e amabile conversatore, Van Dyck fu pittore ufficiale delle più grandi corti d’Europa. Attraverso un percorso espositivo che si sviluppa in quattro sezioni, 45 tele e 21 incisioni, la mostra intende far emergere l’esclusivo rapporto che l’artista ebbe con le corti italiane ed europee. Dipinse capolavori unici per elaborazione formale, qualità cromatica, eleganza e dovizia nella resa dei particolari, soddisfacendo le esigenze di rappresentanza e di status symbol delle classi dominanti: dagli aristocratici genovesi ai Savoia, dall’arciduchessa Isabella alle corti di Giacomo I e di Carlo I d’Inghilterra. Le opere provengono provengono dai musei italiani e stranieri più prestigiosi. La mostra, curata da Anna Maria Bava e Mara Grazia Bernardini, è organizzata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Musei Reali di Torino e dal Gruppo Arthemisia, con il patrocinio di Regione Piemonte e Città di Torino.
Van Dyck. Pittore di corte
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.