Mostra Una luce per l’Emilia Romagna. I Lampadari di Sant’Agostino - Murano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 02/02/2016 Aggiornato il 02/02/2016

E’ un progetto culturale che combina solidarietà e salvaguardia artistica a sostegno del patrimonio dell’Emilia Romagna dopo il terremoto del 2012. Lo scopo è quello di recuperare alcuni capolavori in vetro colpiti dal sisma, come i lampadari che si trovavano all’interno del palazzo che ospitava gli uffici del Comune di Sant’Agostino, in provincia di Ferrara, restaurati dal Consorzio Promovetro Murano. L’esposizione, il cui allestimento è curato dal Teatro La Fenice, presenta l’imponente lampadario in cristallo-ambra oro di quasi 5 metri di altezza per 4 piani, con una circonferenza di 3 metri, realizzato a metà degli anni ’20 del Novecento.

Dal al
Murano (VE)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Veneto
Luogo: Museo del Vetro, Fondamenta Giustinian 8
Telefono: 041/739586
Orari di apertura: 10-18
Costo: 10 euro; ridotto 7,50 euro
Una luce per l’Emilia Romagna. I Lampadari di Sant’Agostino
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com