Mostra Un mistero svelato. Il ritratto di Massimo D’Azeglio - Torino

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 23/11/2017 Aggiornato il 23/11/2017

Questa piccola mostra, nata da un lavoro di ricerca condotto su fonti e documenti d'archivio, offre l'opportunità di scoprire il lavoro di indagine per ricostruire la storia di un dipinto e a comprenderne il significato nella cultura del suo tempo. Si tratta di un capolavoro della cultura romantica conosciuto come "Autoritratto di Massimo D'Azeglio" acquistato nell’estate del 2016 dalla Fondazione Guido e Ettore De Fornaris per le collezioni della GAM. L’acquisto ha posto le basi dello studio che permette ora di rispondere a diverse domande: si tratta di un Autoritratto o di un Ritratto? Chi è l'autore? Per chi fu eseguito? A quale tipo di gusto collezionistico appartiene? Quando fu presentato per la prima volta? Cosa ci restituisce della cultura del suo tempo? La mostra, curata da Virginia Bertone affiancata da Alessandro Botta, racconta la ricerca presentando venti capolavori della cultura figurativa romantica insieme a fotografie d'epoca, manoscritti e documenti originali che permettono di svelare il mistero del dipinto. L’opera può essere oggi restituita a Giuseppe Molteni (1800- 1867) uno dei maggiori ritrattisti della Milano romantica, che fu legato da un rapporto di stretta e duratura amicizia con Massimo D'Azeglio (1798-1866). A quel periodo corrisponde la selezione di opere in mostra, che si concentra su dipinti realizzati entro gli anni 1831-1836.

Dal al
Torino (TO)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Piemonte
Luogo: GAM, Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea, via Magenta 31
Telefono: 011/4429518; Sito: www.gamtorino.it
Orari di apertura: 10-18. Lunedì chiuso
Costo: 10 euro; ridotto 8 euro
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com