Mostra Ugo La Pietra. La mia territorialità. Itinerari di ricerca attraverso il segno - Monza

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 02/02/2020 Aggiornato il 02/02/2020
Dal al
Monza (MB)
ATTENZIONE
A causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, le mostre sono sospese su tutto il territorio nazionale dal 5 novembre al 3 dicembre 2020, come stabilito dal Dpcm del 3 novembre 2020.
Regione: Lombardia
Luogo: LeoGalleries, via De Gradi 10
Telefono: 039/5960835
Orari di apertura: 15-19 da martedì a venerdì; 10-13; 15-19 sabato. Domenica e lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: info@leogalleries.it
Organizzatore: Leogalleries
Note:
Da LeoGalleries, Ugo La Pietra presenta una selezione di recenti opere “segniche” che mettono a fuoco l’incessante ricerca dell’artista nell’identificazione di un proprio “territorio”.
La presenza di Ugo La Pietra presso LeoGalleries si inserisce nell’ambito del lavoro della galleria sul “segno”, iniziato con il Gruppo del Cenobio ed in particolare con l’opera di Arturo Vermi.

Il focus di opere su “La mia territorialità”, comprende opere realizzate con diversi medium: tele, disegni, ceramiche incise a mano e dipinte.

Nella serie di acrilici su tela dedicati alla città l’artista interviene sulla tela stendendo campiture di colore sovrapposte dalle quali ricava, graffiando il colore ancora fresco, minuziosi disegni di città contemporanee: grattacieli, campanili, fabbriche, cupole, ponti, strade, residui di verde pubblico, camini fumanti si rincorrono in un flusso continuo e caotico.

Nelle tele “Territori” e “Itinerari” l’artista esce dalla città, proseguendo in un percorso “alla deriva”, in questo caso il suo segno graffia sulla tela linee che definiscono campiture disegnate in una prospettiva a volo d’uccello: La Pietra ci mostra il paesaggio italiano, racchiudendo in ogni frammento identità diverse e uniche che lo caratterizzano e caratterizzano la nostra cultura ricca di “diversità”.

È nell’installazione “Libri aperti” (2006/2008) che il segno di La Pietra conclude idealmente il viaggio. Una serie di libri in terracotta ingobbiata e incisa a mano raffigura il suo territorio ideale: un paesaggio naturale, una casa con un piccolo orto, “segni” che rappresentano una natura non ancora del tutto estinta, e quindi pazientemente coltivata e creata dalla mente e dalla mano dell’artista.
Ugo La Pietra. La mia territorialità. Itinerari di ricerca attraverso il segno
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com