Mostra Tracce. Dialoghi ad arte nel Museo della Moda e del Costume - Firenze

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 21/12/2017 Aggiornato il 21/12/2017

Il Museo della Moda e del Costume presenta una nuova mostra/allestimento con il coinvolgimento diretto della Galleria di arte moderna di Palazzo Pitti, dalla quale provengono dipinti e sculture inseriti nel percorso espositivo. Questo si sviluppa mettendo in evidenza le corrispondenze tra le creazioni di stilisti-artisti e artisti-couturiers che hanno operato dagli anni Trenta del Ventesimo secolo fino ai giorni nostri, mettendo in evidenza i diversi linguaggi, codici estetici e figurativi, che si sono avvicendati. La mostra, curata da Caterina Chiarelli, Simonella Condemi e Tommaso Lagattolla, rivoluziona i criteri espositivi seguiti finora per questo genere di eventi: le opere esposte, 107 tra abiti, accessori, dipinti e sculture, dialogano attivamente. La presentazione degli abiti e delle opere d'arte non è cronologica, tende invece a invitare ad una loro diversa lettura che privilegi le corrispondenze formali oltre a evidenziare analogie di ambito culturale. Si è ricercata così una corrispondenza di segni e decori fra i capi stessi e tra questi e i dipinti e le sculture esposte nelle varie sezioni. L'esposizione è promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e dalle Gallerie degli Uffizi con Firenze Musei.

Dal al
Firenze (FI)
Regione: Toscana
Luogo: Museo della Moda e del Costume, Palazzo Pitti, piazzale degli Uffizi 6
Telefono: 055/290383; Sito: www.uffizi.it
Orari di apertura: 8,15-18,50. Lunedì chiuso
Costo: 13 euro; ridotto 6,50 euro
Tracce. Dialoghi ad arte nel Museo della Moda e del Costume
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.