Mostra Tra realtà e creazione, immaginando Isole - Lipari, Eolie

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 03/07/2022 Aggiornato il 03/07/2022
Dal al
Lipari, Eolie (ME)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Sicilia
Luogo: ex Chiesa di Santa Caterina nel complesso monumentale del Castello di Lipari
Telefono: 090/9887251
Orari di apertura: 9-18,30 da lunedì a sabato; 9-13 domenica e festivi
Costo: 10 euro; ridotto 5 euro
Dove acquistare: https://aditusculture.com/biglietti/sicilia/lipari/parco-archeologico-delle-isole-eolie-museo-luigi-bernabo-brea
Sito web: http://pti.regione.sicilia.it/
Organizzatore: Il Cigno GG Edizioni in collaborazione con il Parco Archeologico delle Isole Eolie
Note:
A Lipari, fra le candide navate dell’ex Chiesa di Santa Caterina nel complesso monumentale del Castello, è in scena la “scrittura di luce” di due maghi dell’obiettivo. Sono Carlo Gavazzeni Ricordi (Milano, 1965) e Claudio Koporossy con la mostra a cura dello scrittore e poeta marocchino Tahar Ben Jelloun e di Paola Di Giammaria, storica dell’arte e responsabile della fototeca dei Musei Vaticani.

Celebrati, di recente, in due mostre personali al Mart di Trento (Palazzo delle Albere), i due autori espongono a Lipari trenta opere, alcune in grande formato, che intrecciano memorie lontane e recenti in un flusso di segni sovrapposti e fluidi: per Gavazzeni Ricordi palinsesti di luce, come folgoranti sintesi del tempo che scorre; mentre Koporossy si misura con la sua “magnifica ossessione”: fermare e dare forma all’acqua, cristallizzando dentro uno scatto quella natura ineffabile e irripetibile dove riflessi e colori non sono mai gli stessi.

Dida: Carlo Gavazzeni, Ricordi Teatri d'Invenzione, 07 Gates of Rome, 2007, ink jet print, cm. 74x150.

Tra realtà e creazione, immaginando Isole
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com