Mostra Tiziano, “La Madonna Barbarigo dell’Ermitage” - Belluno

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 23/01/2017 Aggiornato il 23/01/2017

Per celebrare l'apertura del Museo Civico di Belluno nella nuova sede di Palazzo Fulcis, edificio settecentesco oggetto di un importante restauro conservativo, che ha messo in evidenza decori e ambienti di grande bellezza e dove saranno esposte più di 600 opere delle collezioni bellunesi, viene esposto uno dei capolavori di Tiziano "La Madonna Barbarigo", giunta per la prima volta dopo 167 anni dal Museo dell'Ermitage di San Pietroburgo. L’opera, mai esposta prima d’ora in Italia, viene presentata dopo un lungo restauro  che ha consentito approfondite analisi tecniche e ne ha rivelato cromatismi e qualità eccezionali. La Madonna con il Bambino e Maria Maddalena, detta Barbarigo perché entrata a far parte della famosa collezione nobiliare veneziana dopo la morte dell’artista, torna proprio nella patria di Tiziano, Belluno. Promossa dal Comune di Belluno grazie alla disponibilità straordinaria del Museo Statale Ermitage, al sostegno fondamentale della Fondazione Cariverona e alla collaborazione di Ermitage Italia, la mostra è curata da Irina Artemieva e Denis Ton.

Dal all'
Belluno (BL)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Veneto
Luogo: Palazzo Fulcis, Sede Musei Civici di Belluno, via Roma 28
Telefono: 0437/956305; Sito: mubel.comune.belluno.it
Orari di apertura: 9,30-12,30; 15,30-18,30; giovedì 9,30-12,30; sabato e domenica 10-18,30. Lunedì chiuso
Costo: 8 euro; ridotto 5 euro
Tiziano, “La Madonna Barbarigo dell’Ermitage”
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com