Mostra TININ MANTEGAZZA. Le sette vite di un creativo irriverente - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 06/10/2021 Aggiornato il 06/10/2021
Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: Teatro Bruno Munari, via Giovanni Bovio 5
Telefono: 02/27002476
Orari di apertura: 15-18 da lunedì a venerdì. Sabato visite guidate alle ore 14,15 e 15. Domenica alle ore 10,30-11,30;14,15 -15.
Costo: Ingresso libero solo con visita guidata, prenotazione obbligatoria
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.teatrodelburatto.it
Organizzatore: Teatro del Buratto in collaborazione con Velia Mantegazza
Note:
Il Teatro del Buratto dedica la sua prossima stagione teatrale 2021-22 alla figura e alla creatività di Tinin Mantegazza (Varazze, 1931 - Cesena, 2020). A dare il via alla programmazione è infatti una grande mostra dedicata all'artista, allestita al Teatro Bruno Munari di Milano.

Più di 250 disegni originali dipinti, pupazzi, fotografie, oggetti di scena, filmati e documenti, occupano gran parte del teatro milanese con il compito di restituire al grande pubblico la fantasia e complessità del grande artista, autore televisivo, animatore culturale e scenografo italiano.

Il percorso di visita ha anche lo scopo di ricordare e sottolineare il ruolo fondamentale avuto dai Mantegazza nel fondare con Jolanda Cappi, a metà degli anni Settanta, la cooperativa Teatro del Buratto con il preciso intento di riqualificare il Teatro per ragazzi in Italia.

L’esposizione ricostruisce tutte le principali tappe del suo lavoro secondo un percorso tematico e cronologico, articolato in nove sezioni:
Disegno e Illustrazione; Pittura; Tra Arte e Cabaret (La Muffola e il Cab 64); I Pupazzi e il Teatro per ragazzi;
Tinin e la televisione (dall’‘Albero Azzurro’ al ‘Fatto’ di Enzo Biagi); Racconti e filastrocche; Manifesti;
Amici pittori; Tinin e Velia, il Teatro del Buratto e il Teatro Verdi di Milano.

L’allestimento è a cura del Teatro del Buratto e coinvolge diversi spazi su due piani del Teatro Munari (edificio firmato da Italo Rota, inaugurato nel 2017 dal Comune di Milano e affidato al Teatro del Buratto per realizzare un Polo di teatro per l’infanzia e i giovani).

Un itinerario suggestivo e articolato a cui si potrà accedere solo con visita guidata (gratuita con prenotazione obbligatoria) accolti dai numerosi pupazzi realizzati da Tinin e Velia per il teatro e la televisione: dagli ‘Animatti’, dalla Fata Muccona, al Cavalier Stampella, al Bruco Galileo o al Brontolosauro e molti altri ancora.

Completano la mostra tre video di approfondimento sull’attività dei Mantegazza al Teatro del Buratto, in televisione e infine un’intervista all’artista di Flavio Oreglio, Direttore Archivio Storico del Cabaret Italiano, dove viene raccontato il mondo del cabaret a Milano negli anni Sessanta.
TININ MANTEGAZZA. Le sette vite di un creativo irriverente
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com