Mostra Time Machine. Vedere e sperimentare il tempo - Parma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 12/01/2020 Aggiornato il 12/01/2020
Dal al
Parma (PR)
ATTENZIONE
Prima di presentarsi alle mostre informarsi sulle modalità di ingresso in relazione all’emergenza Covid-19 e visitare il sito ufficiale dell’evento per avere conferma delle date e degli orari.
Regione: Emilia Romagna
Luogo: Palazzo del Governatore, piazza Garibaldi 19
Telefono: 0521/218929
Orari di apertura: 15-19 martedì e mercoledì; 10-19 da giovedì a domenica. Lunedì chiuso
Costo: 8 euro; ridotto 5 euro
Dove acquistare: www.parma2020.it
Sito web: www.parma2020.it
Organizzatore: Comune di Parma
Note:
L’anno di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020 si apre con l’inaugurazione di questa grande mostra, nata da un’idea dell’assessore alla cultura di Parma Michele Guerra.

"Time Machine" esamina il modo in cui il cinema e altri media fondati sulle immagini in movimento hanno trasformato nel corso degli ultimi 125 anni la nostra percezione del tempo, attraverso una serie di tecniche di manipolazione temporale:
dall'accelerazione al ralenti; dal fermo immagine al time-lapse; dalla proiezione a ritroso, al loop e alle infinite varianti di quella operazione cinematografica fondamentale che è il montaggio.

Cinema, video e videoinstallazioni proposte dunque come vere e proprie “macchine del tempo”, secondo tre diverse accezioni:
come media capaci di registrare, archiviare e ripresentare fenomeni visivi e audiovisivi;
come media che rendono possibili diverse forme di viaggio nel tempo;
come media che operano diverse forme di manipolazione temporale.
È quindi un’esposizione legata a doppio filo al claim di Parma2020: la cultura batte il tempo (www.parma2020.it).

Punto di avvio del percorso espositivo sono due eventi risalenti al 1895: la prima pubblicazione del racconto fantascientifico The Time Machine: An Invention di H.G. Wells e la prima presentazione pubblica del Cinématographe dei Fratelli Lumière.

La mostra si snoda poi fino alle ultimissime tecniche di manipolazione temporale delle immagini in movimento prodotte attraverso l'intelligenza artificiale e il machine learning.

Articolata in diverse sezioni, la mostra, curata da Antonio Somaini con Eline Grignard e Marie Rebecchi, è un viaggio affascinante nel tempo che si sviluppa lungo le 25 sale del Palazzo del Governatore, attraverso una sequenza di estratti filmici e di proiezioni provenienti dal cinema delle origini e dal cinema sperimentale, dal cinema classico e da quello contemporaneo, dalle videoinstallazioni a alcuni momenti scelti della storia della fotografia.
Time Machine. Vedere e sperimentare il tempo
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com