Mostra Tesori dei Moghul e dei Maharaja. La collezione Al Thani - Venezia

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 11/09/2017 Aggiornato il 11/09/2017

Una mostra prestigiosa, in Italia per la prima volta, dedicata alle gemme e ai gioielli indiani dal XVI al XX secolo, appartenenti alla Collezione di Sua Altezza lo sceicco Hamad bin Abdullah Al Thani, membro della famiglia reale del Qatar. 270 oggetti raccontano cinquecento anni di storia dell'arte orafa legata al subcontinente indiano presentando la maestria artigiana dai discendenti di Gengis Khan e Tamerlano ai grandi maharaja che nel XX secolo commissionarono alle celebri maison europee gioielli bellissimi. Curata da Amin Jaffer, conservatore capo della collezione Al Thani e da Gian Carlo Calza, insigne studioso di arte dell’Estremo Oriente, con la direzione scientifica di Gabriella Belli, la mostra presenta pietre preziose di qualità impareggiabile, come per esempio i diamanti di Golconda, gli zaffiri del Kashmir, i rubini di Ceylon (attuale Sri Lanka) e della Birmania (l’attuale Myanmar) e le perle del Golfo persico. Fra gli oggetti spiccano ornamenti e simboli del potere. In India sono veramente molti i simboli, i rituali, le credenze rapportati al mondo dei gioielli e dei materiali preziosi, come per esempio la giada, considerata una pietra propiziatrice di vittoria.

Dal al
Venezia (VE)
ATTENZIONE
Prima di presentarsi alle mostre informarsi sulle modalità di ingresso in relazione all’emergenza Covid-19 e visitare il sito ufficiale dell’evento per avere conferma delle date e degli orari.
Regione: Veneto
Luogo: Palazzo Ducale, San Marco 1
Telefono: 848/082000; Sito: www.palazzoducale.visitmuve.it
Orari di apertura: 8,30-19 fino al 31/10; 8,30-17,30 dal 1/11
Costo: 20 euro; ridotto 13 euro, biglietto cumulativo per i Musei di Piazza San Marco
Tesori dei Moghul e dei Maharaja. La collezione Al Thani
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com