Mostra Storia del Centro Majorana - Erice

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 25/06/2019 Aggiornato il 25/06/2019
Dal al
Erice (TP)
Regione: Sicilia
Luogo: Centro Ettore Majorana, Istituto Blackett – San Domenico, via Gianfilippo Guarnotti 25
Telefono: 06/6865493
Orari di apertura: 10-19 tutti i giorni
Costo: 6,50 euro; ridotto 3,50 euro
Note:
Una mostra di natura didattico-documentale incentrata sulla nascita e sullo sviluppo del Centro di cultura scientifica “Ettore Majorana” (EMFCSC), noto in tutto il mondo, fondato a Ginevra nel 1963 dal fisico Antonino Zichichi, che ne è anche il presidente.

Il grande progetto di apertura al pubblico, per la prima volta, del Centro Majorana e dei suoi Istituti Wigner-San Francesco e Blackett-San Domenico, luoghi che da oltre cinquant'anni ospitano i più grandi scienziati internazionali e, fra loro, oltre un centinaio di premi nobel, offre la possibilità di visitare, fino al 3 novembre, quattro mostre, di cui questa è la prima.

Il professor Zichichi, che volle intitolare la Fondazione a Ettore Majorana, il fisico catanese poco noto sino ad allora al grande pubblico ma che egli considerava un luminare, l’8 maggio 1962 si sedette a un tavolo con due Premi Nobel – l’americano Isidor I. Rabi e l’inglese Patrick M. S. Blackett – il direttore del CERN, l’austriaco Victor F. Weisskopf, e il suo amico John S. Bell, autore della famosa equazione sul paradosso di Einstein-Podolsky-Rosen.

Il documento che firmarono determinò la rinascita culturale di Erice. Zichichi li convinse che ci si poteva riunire una volta l’anno, in Sicilia, per dibattere sulle nuove scoperte nel campo della fisica subnucleare e confrontarsi sui risultati conseguiti nel corso dell’anno.

Le attività del Centro Ettore Majorana, visitato anche da Papa Giovanni Paolo II, ai quali hanno partecipato 132.558 scienziati, 145 dei quali vincitori di Premi Nobel, si articolano su oltre 100 scuole e corsi di specializzazione. La mostra è curata da Antonino Zichichi.
Storia del Centro Majorana
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com