Mostra Spartaco. Schiavi e padroni a Roma - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 31/03/2017 Aggiornato il 31/03/2017

Grazie a una squadra composta da archeologi, scenografi, registi e architetti, la mostra racconta la complessità del mondo degli schiavi nell’antica Roma a partire dall’ultima grande rivolta guidata da Spartaco tra il 73 e il 71 a.C. Divenuto gladiatore, Spartaco fu protagonista della celebre ribellione della scuola di gladiatori di Capua. Raccolse intorno a sé una moltitudine di schiavi, ma anche di poveri e di disperati, che trasformò in un vero esercito, tenendo testa per ben tre anni all’esercito romano. Infine fu sconfitto e cadde combattendo in armi, ma il suo corpo non fu mai trovato. La schiavitù al tempo di Spartaco, il grande sistema schiavistico nell'antica Roma viene raccontato nel corso di 11 sezioni che presentano 250 reperti archeologici e una selezione di 10 fotografie. Le opere sono inserite in un racconto immersivo composto da installazioni, audio e video che riportano in vita suoni, voci e ambientazioni del contesto storico.

Dal al
Roma (RM)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le notizie pubblicate sono verificate fino alla data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia e al peggioramento della situazione contingente, possono subire modifiche legate a nuove restrizioni richieste per legge, anche a livello locale e regionale.

Regione: Lazio
Luogo: Museo dell'Ara Pacis, Lungotevere in Augusta
Telefono: 06/0608; Siti: www.arapacis.it; www.museiincomuneroma.it
Orari di apertura: 9,30-19,30 tutti i giorni
Costo: 11 euro; ridotto 9 euro
Spartaco. Schiavi e padroni a Roma
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com