Mostra Sfumature di Terra. Ceramiche cinesi dal X al XV secolo - Torino

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 05/11/2018 Aggiornato il 09/02/2019

In mostra preziose ceramiche cinesi che coprono un arco temporale di cinque secoli. 

Dall' al
Torino (TO)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Piemonte
Luogo: MAO Museo d'Arte Orientale, via San Domenico 11
Telefono: 011/4436927
Orari di apertura: 10-18: sabato e domenica 11-19. Lunedì chiuso
Costo: 10 euro; ridotto 8 euro
Dove acquistare: https://www.maotorino.it/it/eventi-e-mostre/sfumature-di-terra-ceramiche-cinesi-dal-x-al-xv-secolo
Sito web: https://www.maotorino.it
Organizzatore: MAO Museo d’Arte Orientale
Note:
Si tratta in particolare di eleganti pezzi monocromi databili tra la dinastia Song e la dinastia Yuan, esemplificativi delle produzioni delle maggiori fornaci del periodo. Opere che rappresentano il massimo grado di raffinatezza mai raggiunto dall'arte ceramica in Cina. Proprio durante la dinastia Song (960-1279) vennero perfezionati i processi tecnologici di una delle più grandi tradizioni ceramiche al mondo. I risultati furono dei manufatti di grande raffinatezza nella forma, piacevolezza tattile della superficie invetriata, consistenza e brillantezza di colori senza precedenti. L’apprezzamento del grès e della porcellana, incentivato anche dalla cultura del tè che si era ormai diffusa in tutta l’Asia orientale, divenne uno dei piaceri colti delle classi agiate cinesi: non tanto come sostituti a buon mercato di materiali più costosi quali il bronzo e la lacca, come era invece avvenuto in epoche precedenti, bensì per il loro valore intrinseco nella trasmutazione della materia grezza in oggetti raffinati, adatti al gusto sobrio della nuova classe di funzionari-letterati impregnati di ideali confuciani che si era venuta affermando dal X secolo in poi. Il piacere per l’apparente semplicità e purezza delle ceramiche Song si protrasse oltre l’invasione mongola degli Yuan (1271-1368) e nel primo secolo della restaurazione cinese dei Ming (1368-1644), anche se la qualità generale dei manufatti diventava progressivamente meno pregiata.  Proprio con i mongoli e con la (ri)scoperta delle ceramiche bianche e blu di ispirazione medio-orientale il gusto cinese cominciò a virare piuttosto nella direzione di una maggiore attenzione alla perfezione tecnica, spesso svuotata di slancio artistico, e di un certo formalismo decorativo/pittorico a tinte forti. 
Sfumature di Terra. Ceramiche cinesi dal X al XV secolo
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com