Mostra Rolli Days “Vivi la Città del Barocco” - Genova

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 03/05/2022 Aggiornato il 06/05/2022
Dal al
Genova (GE)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Liguria
Luogo: Palazzi di Via Garibaldi, via Cairoli, Palazzo Reale, Galleria Nazionale della Liguria di Palazzo Spinola
Telefono: 010/5969698; 800/085324 Numero verde URP
Orari di apertura: 10-19 - informazioni per le prenotazioni: 010/5969698, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 17; info@happyticket.it
Costo: Ingresso libero. L’ingresso e le visite con i Divulgatori Scientifici sono gratuiti, salvo dove diversamente specificato
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.visitgenoa.it/rollidays-online/
Organizzatore: Comune di Genova in collaborazione con Camera di Commercio di Genova, Ministero della Cultura – Segretariato Regionale della Liguria, Associazione dei Rolli della Repubblica Genovese; Università degli studi di Genova
Note:
L’edizione primaverile dei Rolli Days 2022 è l’evento con cui Genova celebra i suoi palazzi Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 2006.

Quest’anno, l’evento convive con un appuntamento culturale molto importante per la città.
Genova ospita infatti il “Progetto Superbarocco”, un momento di scoperta e approfondimento del Barocco genovese, in concomitanza con la mostra che le Scuderie del Quirinale a Roma dedicano a questa stagione della cultura artistica della città.
A Palazzo Ducale “La forma della meraviglia. Capolavori a Genova 1600 - 1750” vede protagoniste alcune delle più importanti opere di scultura e pittura del Seicento genovese, anche attraverso prestigiosi prestiti internazionali.

Parallelamente, tutta la città viene coinvolta in una sorta di museo diffuso. Attraverso la rassegna “I Protagonisti” i principali musei cittadini e alcune altre sedi di grande fascino ospitano esposizioni tematiche, dedicate a un singolo protagonista della scena genovese.

Anche i Rolli Days partecipano a questo viaggio sulle strade del Barocco, per scoprire come vivevano, dove conservavano dipinti e sculture e come volevano essere rappresentate le famiglie dell’aristocrazia genovese.

Le visite ai Palazzi dei Rolli saranno un vero e proprio filo conduttore che legherà i luoghi e le opere delle mostre in un racconto che vuole presentare il contesto storico e culturale in cui le grandi famiglie aristocratiche genovesi commissionarono le straordinarie opere d’arte visibili ancora oggi in città.

Per esplorare la Genova Barocca, fra tardo Cinquecento e Seicento, vengono aperti al pubblico i maestosi palazzi di via Garibaldi, i grandi edifici di via Balbi con il Palazzo Reale e i palazzi dell’Università, le vie del centro storico con i gioielli conservati nella Galleria Nazionale della Liguria di Palazzo Spinola e gli affreschi tardobarocchi di Palazzo Centurione Cambiaso, senza dimenticare le ville suburbane di Sampierdarena e della zona di Castelletto e Albaro, eccezionali contenitori di affreschi.

La Genova barocca che ruota intorno al mondo dei Palazzi dei Rolli coinvolge anche i luoghi di culto del centro storico. Grazie alla collaborazione con l’Arcidiocesi di Genova, viene presentato il progetto La Custodia del Sacro – Sacrestie Aperte. Vera e propria novità di questa edizione sarà così la visita a spazi inediti e poco conosciuti come le sacrestie delle grandi chiese e basiliche del centro città.

Sono quattro le sacrestie visitabili per la prima volta durante i Rolli Days:
la monumentale sacrestia di San Filippo, ispirata a Borromini, dalle pareti scandite da lesene e quadrature incorniciate da finte finestre, di cui viene presentato in questa occasione anche l’importante restauro conservativo realizzato grazie al contributo di Compagnia di San Paolo;

San Siro, la più grande sacrestia a Genova, con armadi in noce realizzati a fine Seicento, dipinti di Domenico Piola e Gregorio De Ferrari e l’immensa pala con l’Ultima Cena di Orazio De Ferrari;

Santa Maria delle Vigne, con due ambienti adiacenti arredati con alti armadi in legno di noce intagliato realizzati fra il 1640 e il 1660 da ebanisti genovesi e che conservano arredi cinque e seicenteschi;

Santa Maria di Castello, con il magnifico arredo in noce settecentesco di Stefano Porcile e la pala d’altare con San Sebastiano (1738) di Giuseppe Palmieri.

Le visite agli spazi monumentali più importanti della città saranno poi accompagnate da un ricco programma di eventi collaterali che vedranno musica classica, barocca e contemporanea alternarsi a performances teatrali all’interno dei siti aperti sia in orario diurno che serale.

A condurre le visite nella maggior parte dei palazzi e delle chiese saranno come sempre i giovani divulgatori scientifici, professionisti del settore delle humanities pronti a coinvolgere i visitatori con il loro entusiasmo e la loro competenza.

Per individuare l’ubicazione dei palazzi e degli altri siti visitabili consultare gli indirizzi dei singoli luoghi sulla piattaforma di prenotazione rollidays.happyticket.it
Rolli Days “Vivi la Città del Barocco”
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com