Mostra Reagente. Stefano Cagol - Briosco

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 29/04/2020 Aggiornato il 29/04/2020
Dal al
Briosco (MB)
Regione: Lombardia
Luogo: Fondazione Pietro e Alberto Rossini e Rossini Art Site, via Col del Frejus 3
Telefono: 0362/827761; 335/5378472; mail: info@rossiniartsite.com
Sito web: www.fpar.it; www.rossiniartsite.com
Organizzatore: Fondazione Pietro e Alberto Rossini e Rossini Art Site
Note:
Fondazione Pietro e Alberto Rossini e Rossini Art Site presentano Reagente, la nuova opera di Stefano Cagol (Trento, 1969), realizzata appositamente per i propri canali Web istituzionali e social.

L’opera di video-arte commissionata a Stefano Cagol si inserisce nel ciclo annuale “Gli Amici di Alberto Rossini”, giunto oggi alla sua quinta edizione.

La rassegna, dedicata al collezionista scomparso nel 2015 autore della collezione disseminata nell’omonimo parco, nelle scorse edizioni ha presentato mostre di artisti con i quali Alberto aveva intrattenuto rapporti di amicizia.

In questa particolare situazione di emergenza, si è optato invece per la commissione di un’opera video firmata dall’artista Stefano Cagol, ispirata al collezionista e che sarà realizzata dall’artista in piena clausura, tra le Alpi trentine.

Stefano Cagol affronta, e spesso anticipa, questioni globali come i cambiamenti climatici, le riserve energetiche, il mutamento dei confini e le pandemie in progetti multiformi e multi sito che fanno propri mezzi sia della natura che tecnologici e meccanismi di coinvolgimento sia delle istituzioni stesse sia del pubblico.

In Reagente, Stefano Cagol parte dall’ascolto di una registrazione audio in cui Alberto Rossini narra la sua vicenda di collezionista: una chiacchierata informale, avvenuta con Francesca Guerisoli e Chiara Mu nel gennaio 2015, pochi mesi prima della scomparsa del collezionista.

Reagente si basa sulla produzione di immagini video inedite scaturite dal contatto del metallo con l’acqua, realizzate con l’ausilio di dispositivi quali videocamera a infrarossi, microscopio ed endoscopio.

Mettendo in atto una traduzione metaforica di suggestioni scientifiche, l’opera si muove su più livelli, intrecciando le nuove immagini simboliche con estratti vocali, trascrizioni delle parole di Alberto e suoni ambientali caratterizzanti, per dare vita a un flusso immersivo e evocativo.







AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com