Mostra Push the Limits - Torino

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 28/01/2021 Aggiornato il 28/01/2021
Dal al
Torino (TO)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Piemonte
Luogo: Fondazione Merz, via Limone 24
Telefono: 011/19719437
Orari di apertura: 11-19. Lunedì chiuso
Costo: 6 euro; ridotto 3,50 euro
Dove acquistare: www.fondazionemerz.org
Sito web: www.fondazionemerz.org
Organizzatore: Fondazione Merz
Note:
La mostra raccoglie le voci di 17 artiste donne: una polifonia di segni ed esperienze la cui immaginazione parla della capacità di far transitare sulle soglie del pensiero tutte quelle realtà che sono ‘oltre’.

Il titolo della mostra dichiara la volontà di ricercare quella capacità dell’arte di porsi costantemente al limite per spostare l'asse del pensiero, della percezione e del discorso, immettendo nuovi elementi nel sistema, evidenziare quello che è suggerito nel presente e non rimanere fermi.

Il percorso espositivo investe interamente gli spazi della Fondazione e si struttura come un discorso continuo; un incalzare, di strappi, sovrapposizioni, interrogativi, di realtà già conosciute e che paiono superate ma che invece tornano, di realtà non note che sarebbe opportuno penetrare, di realtà incomunicabili che chiedono nuove parole.

Installazioni di grandi dimensioni concorrono alla definizione di una scrittura espositiva in grado di restituire al visitatore un'esperienza di senso totalmente immersiva, tra atmosfere, suoni, parole, tessiture materiche e cromatiche differenti.

A testimoniare questa dimensione propria dell’arte contemporanea sono alcune tra le voci femminili più rappresentative della ricerca artistica internazionale, che con la loro opera hanno raccontato l'idea di limite e il concetto stesso di superamento.

Le artiste presenti nella mostra curata da Claudia Gioia e Beatrice Merz sono:

Rosa Barba (1972, Agrigento, Italia), Sophie Calle (1953, Parigi, Francia), Katharina Grosse (1961, Friburgo, Germania),
Shilpa Gupta (1976, Mumbai, India), Mona Hatoum (1952, Beirut, Libano), Jenny Holzer (1950, Gallipolis, Ohio, USA)
Emily Jacir (1972, Betlemme, Palestina), Bouchra Khalili (1975, Casablanca, Marocco), Barbara Kruger (1945, Newark, New Jersay, USA), Cinthia Marcelle (1974, Belo Horizonte, Brasile),
Shirin Neshat (1957, Qazvin, Iran), Maria Papadimitriou (1957, Atene, Grecia), Pamela Rosenkranz (1979, Uri, Svizzera),
Chiharu Shiota (1972, Osaka, Giappone),
Fiona Tan (1966, Pekanbaru, Indonesia),
Carrie Mae Weems (1953, Portland, Oregon, USA),
Sue Williamson (1941, Lichfield, Regno Unito).
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com