Mostra Pulcini a Villa Bernasconi. Librini in mostra - Cernobbio

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 05/12/2022 Aggiornato il 05/12/2022
Dall' al
Cernobbio (CO)
Regione: Lombardia
Luogo: Villa Bernasconi, largo Alfredo Campanini 2
Telefono: 031/3347209
Orari di apertura: 10-18 venerdì, sabato, domenica e lunedì. Apertura straordinaria martedì, mercoledì e giovedì dalle 14 alle 18
Costo: 5 euro, biglietto unico per il periodo natalizio
Dove acquistare: www.villabernasconi.eu
Sito web: www.villabernasconi.eu
Organizzatore: Villa Bernasconi in collaborazione con l’Associazione culturale Parolario
Note:
Il progetto espositivo arricchisce gli spazi di Villa Bernasconi a Cernobbio con le piccole opere dell’artista-artigiano della carta Alberto Casiraghy (Osnago, Lecco, 1952) in un percorso che accompagna il visitatore attraverso il racconto del noto editore di PulcinoElefante.

I “librini” stampati da Casiraghy sono delle piccole opere d’arte di editoria, pezzi unici, stampati, tagliati, colorati e cuciti a mano, che hanno tutti lo stesso formato e la stessa struttura.
Sono composti da 4 pagine, stampate su carta pregiata prodotta in Germania, la Hajnemuhle, utilizzando una macchina Superaudax degli anni ’40 e i caratteri mobili Bodoni. Ogni “librino” contiene un aforisma, o una poesia, o una semplice frase accompagnata da un’illustrazione o da un’incisione o da una piccola composizione. Tutti riportano l’indicazione della tiratura che non supera mai le 33 copie.

Due sono le peculiarità del progetto espositivo che dialoga con il concept della Villa: la prima é quella di raccontare storie di persone, artisti e poeti così come fa Villa Bernasconi nel suo “museo della casa che parla”, in cui il visitatore viene accolto e guidato in un percorso dove é la villa stessa, in prima persona, a raccontare storie.

La seconda é la capacità di Casiraghy di unire il suo animo artistico con il “saper fare” artigiano, tendenza intrinseca dell’Art Nouveau, di cui si possono ammirare alcuni esempi all’interno della Villa stessa, come lo scalone in ferro battuto del Mazzucotelli e le vetrate colorate.

La mostra vuole approfondire diversi temi cari all’editore, tra cui la natura e l’arte nelle sue diverse declinazioni: musica, poesia, filosofia e pittura. Una sezione racconterà “storie” di personaggi dalla vita intensa, come Totò e Dario Fo.

All’interno del percorso espositivo, è presente anche un “librino” illustrato da Enrico Baj, artista di cui la Villa ha attualmente in esposizione alcune opere provenienti dalla Collezione Boschi Di Stefano tratte dal “ciclo delle montagne”.

Una particolare sezione è invece dedicata a sedici “librini” realizzati da poeti e artisti comaschi tra cui la scrittrice e poetessa Carla Porta Musa con i suoi versi dedicati al Lago di Como.
La mostra si conclude con 6 quadri di Alberto Casiraghy raffiguranti creature e animali fantastici. Ogni sezione è introdotta da un suo aforisma.

In occasione della mostra sono stati realizzati anche due “librini” dedicati alla città di Cernobbio: uno intitolato alla stessa Villa Bernasconi con un aforisma di Cristina Quadrio, responsabile della didattica del museo, e con composizione artistica di Alice Fattorini, designer e art director; il secondo dedicato al Giardino della Valle di Cernobbio, con la poesia “Il pettirosso nel Giardino della Valle” scritta nel 2015 da Nonna Pupa (fondatrice e ideatrice del Giardino) e con le grafiche di Erika Trojer, artista cernobbiese attenta alla salvaguardia dell’ambiente che fa arte attraverso il riutilizzo artistico dei materiali.
Ciò è pienamente in tema con la storia del Giardino, che nasce dalla rivitalizzazione di uno spazio precedentemente occupato da una discarica abusiva.

La mostra è nata dalla collaborazione, attualmente in corso, con il Comune di Milano e il Museo Casa Boschi Di Stefano.

Pulcini a Villa Bernasconi. Librini in mostra
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com