Mostra PROJECT ROOM #4. Tatjana Giorgadse - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 06/05/2021 Aggiornato il 06/05/2021
Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: Archivio Atelier Pharaildis Van den Broeck, via M. A. Bragadino 2
Telefono: 348/7097090
Orari di apertura: 14-20, su appuntamento telefonando al numero 348/7097090
Costo: Ingresso libero, contingentato in conformità alle normative vigenti
Dove acquistare: 0 - ingresso libero, contingentato in conformità alle normative vigenti
Sito web: www.aapvdb.org
Organizzatore: Archivio Atelier Pharaildis Van den Broeck
Note:
Per la prima volta in un'istituzione italiana l’artista georgiana Tatjana Giorgadse è protagonista di Project Room #4 con un nuovo progetto. I lavori dell'artista sono contraddistinti da abbinamenti di pietre preziose e materiali di uso quotidiano.

Tatjana Giorgadse si è lasciata suggestionare per mesi dai dipinti e dagli schizzi di gioielli realizzati da Van den Broeck nel primo decennio del 2000 e sotto la loro influenza ha dato forma ad alcuni oggetti che si possono definire opere d’arte indossabili.

Attratta dalla matericità delle opere pittoriche, Giorgadse ha deciso di collezionare materiali e oggetti che sono stati assemblati all’interno dell’archivio per formare un dialogo intimo e spontaneo con l’universo creativo di Pharailids Van den Broeck.

Il gioiello viene presentato come opera d’arte e non solo come oggetto decorativo: abbandonando i canoni legati ad esso, diviene un mezzo di espressione frutto di una ricerca intima, concettuale e materica al tempo stesso, così come accade nella pittura; un’opera d’arte che sviluppa un ruolo simbiotico con il corpo enfatizzando il carattere simbolico del rapporto tra persona e ornamento.

In mostra sarà proiettato anche un video realizzato dall’artista, che per la prima volta si accosta a questo mezzo espressivo, mentre dei performer indosseranno alcuni oggetti da lei realizzati, ricreando nell'archivio il legame simbiotico con le opere di Pharaildis Van den Broeck che hanno orientato la loro realizzazione

La mostra è curata da Irene Belfi, gallerista e studiosa di Storia del Gioiello Contemporaneo.






AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com