Mostra Premio Lissone 20/21. Breve storia di una nuova prospettiva in pittura - Lissone

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 19/05/2021 Aggiornato il 19/05/2021
Dal al
Lissone (MB)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: MAC – Museo d’Arte Contemporanea, viale Elisa Ancona 6
Telefono: 039/7397202; 039/2145174
Orari di apertura: 10-13 mercoledì e venerdì; 16-23 giovedì; 10-12; 15-19 sabato e domenica. Lunedì e martedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.museolissone.it
Organizzatore: MAC - Museo d’Arte Contemporanea di Lissone
Note:
Posticipata di alcuni mesi, l’edizione 20/21 del Premio Lissone per la pittura, dal titolo “Breve storia di una nuova prospettiva in pittura” espone le opere dei quindici artisti selezionati quest’anno e quelle delle precedenti quattro edizioni conservate nelle collezioni museali.

Per il Premio Lissone 20/21 il curatore Alberto Zanchetta, già Direttore artistico del MAC, ha proposto una formula rinnovata in base alla quale, a differenza delle edizioni precedenti, verranno conferiti dei premi-acquisto a tutti gli artisti selezionati, sostenendo così la comunità artistica a fronte dell’emergenza pandemica che ha messo in grande difficoltà anche il settore dell’arte visiva.

Tutte le opere in mostra avranno pertanto il privilegio di entrare a far parte delle collezioni permanenti del MAC, per un valore complessivo che si stima superiore agli 80mila euro.

Un’edizione “eccezionale” per una duplice ragione dunque: per l’eccezione alla regola che si è decisa di operare e per l’eccellenza degli invitati.
In base a una scelta intergenerazionale, gli inviti e i premi di quest’anno sono stati conferiti a:

David Bowes (Boston – USA, 1957), Luigi Carboni (Pesaro, 1957), Jacopo Casadei (Cesena, 1982), Massimo Kaufmann (Milano, 1963), Francesco Lauretta (Ispica, 1964), Federico Lissoni (Sesto San Giovanni, 1980), Giulia Mangoni (Isola del Liri, 1991), Piero Mega (Tortona, 1961), Simone Pellegrini (Ancona, 1972), Massimo Pulini (Cesena, 1958), Patrick Tabarelli (Villafranca di Verona, 1979). A questi si aggiungono Sandro De Alexandris (Torino, 1939), al quale è stato assegnato il Premio alla Carriera, e i tre artisti più giovani, Stefan Milosavljević (Smederevo – Serbia, 1992), Silvia Capuzzo (Merano, 1996) e Giuditta Branconi (Sant’Omero, 1998) cui sono stati destinati i Premi in ricordo di Guido Le Noci, Gino Meloni e Francesco Santambrogio.

L'edizione corrente è stata ideata come un’incursione nella memoria remota e recente: remota perché tenta di ripristinare un legame e una continuità con lo storico Premio Lissone, recente perché espone, oltre alle opere dei selezionati di quest’anno, quelle che sono entrate nelle raccolte del MAC durante le quattro edizioni precedenti.



Premio Lissone 20/21. Breve storia di una nuova prospettiva in pittura
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com