Mostra Pietra viva. Marta Abbott - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 28/12/2021 Aggiornato il 28/12/2021
Dal al
Roma (RM)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le notizie pubblicate sono verificate fino alla data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia e al peggioramento della situazione contingente, possono subire modifiche legate a nuove restrizioni richieste per legge, anche a livello locale e regionale.

Regione: Lazio
Luogo: Divario, via Famagosta 33
Telefono: 06/5780855
Orari di apertura: 11-19 da martedì a venerdì; 15-19 sabato. Domenica e lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.divario.space; www.martaabbott.com
Organizzatore: Divario
Note:
Divario, contenitore d'arte sui generis di Roma, presenta la mostra personale di Marta Alexandra Abbott, artista ceco-americana con base a Roma, la cui pratica artistica si contraddistingue per l’uso predominante di inchiostri e pigmenti ottenuti a partire da sostanze naturali.

La produzione artistica di Marta Abbott è alimentata dalla sua fascinazione per il mondo naturale e dal rapporto in continua evoluzione di quest’ultimo con gli esseri umani, sul piano fisico e su quello astrale.

La mostra è il risultato di una residenza artistica, svolta nel corso del 2021, presso lo storico studio fiorentino di arti grafiche Il Bisonte. Qui l’artista ha dato inizio a una serie di lavori sperimentali, i cui soggetti sono impossibili da ricondurre a forme riconoscibili o cose visibili con l’occhio umano e nascono dal desiderio di dare forma all'esperienza, al tempo, alla luce e allo spirito, infondendo linfa vitale nell’immateriale.

In esposizione diciassette opere realizzate con materiali non convenzionali, in una mostra che combina alchimia e arte contemporanea, frutto di un lungo ed elaborato processo, a partire da materiali semplici.

Gli strumenti di Marta Abbott provengono da settori eterogenei e le materie prime sono prevalentemente elementi a base di acqua, oli e sostanze organiche trovati negli spazi domestici e durante le uscite di foraging in luoghi inaspettati.
È sotto la guida degli esperti stampatori fiorentini che l’artista si è dedicata alla sperimentazione di tecniche calcografiche su carta comune e giapponese, tra cui la monostampa, la stampa alla gomma (gum print) e l’incisione a cera.
A queste ultime ha poi accostato l’utilizzo di acquatinta, inchiostri e pigmenti ricavati dalla polvere di marmo raccolta dal paesaggio ultraterreno delle cave di Carrara, ed infine fiori e piante quali sambuco e cactus, impiegati sia come calchi che come inchiostri.





Pietra viva. Marta Abbott
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com