Mostra Piero Della Francesca. La seduzione della prospettiva - Sansepolcro

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 26/03/2018 Aggiornato il 26/03/2018

Con la presentazione dei restauri della "Resurrezione" di Piero della Francesca (Borgo San Sepolcro, 1415 c.a.-1492) apre la mostra che si articola intorno al "De prospectiva pingendi", trattato composto dall'artista intorno al 1475. Il progetto espositivo ha anche l'obiettivo di illustrare, attraverso riproduzioni di disegni, modelli prospettici, strumenti scientifici, plaquette e video, le ricerche matematiche applicate alla pittura di Piero della Francesca e l'eredità lasciata ad artisti come Leonardo da Vinci, Albrecht Durer, Daniele Barbaro e ai teorici della prospettiva almeno fino alla metà del Cinquecento. Il percorso espositivo è suddiviso in otto sezioni che approfondiscono gli studi del grande pittore e matematico e sono così ripartite: La prospettiva tra arte e matematica, I principi geometrici, Le regole del disegno prospettico, I corpi geometrici, I maestri della prospettiva, Il disegno di architettura: ichnographia, orthographia, scaenographia, La figura umana, Gli inganni della visione. Conclude la mostra un video che permette di rendere tangibile la dimensione geometrica della bellezza che contraddistingue tutta l'opera pittorica dell'artista. Il progetto espositivo, curato da Filippo Camerota e Francesco P. Di Teodoro e promosso dal Comune di Sansepolcro, è del Museo Galileo di Firenze con la collaborazione della Fondazione Palazzo Magnani di Reggio Emilia ed è organizzato da Opera Laboratori Fiorentini.

Dal al
Sansepolcro (AR)
Regione: Toscana
Luogo: Museo Civico di Sansepolcro, via Niccolò Aggiunti 65
Telefono: 199/151121; 0575/732218; Sito: www.museocivicosansepolcro.it
Orari di apertura: 10-13; 14,30-18 orario invernale da 25/9 a 9/6; 10-13,30; 14,30-19 orario estivo da 10/6 a 24/9
Costo: 10 euro; ridotto 8,50 euro
Piero Della Francesca. La seduzione della prospettiva
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.