Mostra PHOTOLUX - Lucca

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 15/10/2020 Aggiornato il 21/03/2021
Dal al
Lucca (LU)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Toscana
Luogo: Villa Bottini, via Elisa 9
Telefono: 0583/53003
Orari di apertura: 10-19,30 da venerdì a domenica
Costo: 3 euro
Dove acquistare: www.photoluxfestival.it
Sito web: www.photoluxfestival.it
Organizzatore: Photolux con il sostegno del Main partner Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca
Note:
Photolux propone cinque mostre nelle sedi storiche di Palazzo Ducale e Villa Bottini a Lucca.
Negli spazi dell’Archivio Fotografico Lucchese a Villa Bottini, fino al 28 febbraio 2021, si tiene la collettiva L’inizio del futuro.

La mostra, a cura di Giulia Ticozzi e Arcipelago-19, con una installazione audiovisiva di Cesura, ripercorre le diverse fasi della pandemia, così come sono state vissute in Italia. Attraverso il racconto di fotografi freelance, la rassegna testimonia una visione allargata del periodo, diversa per esperienza, linguaggio e geografia.

Il percorso si completa con un’esposizione dal titolo “Racconti della Pandemia”, curata da Enrico Stefanelli e Chiara Ruberti, e prodotta dall’Archivio Fotografico Lucchese “A. Fazzi”, che presenta una selezione dei materiali del fondo Covid-19 relativa all’emergenza sanitaria nel territorio lucchese, raccontata attraverso immagini e filmati di autori, non necessariamente professionisti, che vivono e lavorano a Lucca e nella sua provincia.

L’offerta espositiva di Palazzo Ducale, fino all'8 febbraio, si apre con la mostra dedicata ai vincitori della 63esima edizione del World Press Photo, iniziativa che premia le migliori fotografie che hanno contribuito a raccontare gli eventi e le notizie dell’anno precedente.

Tra le opere si segnala quella del vincitore della categoria World Press Photo of the Year 2020, Yasuyoshi Chiba. Nel suo scatto, Straight Voice, il fotografo giapponese, Chief photographer per l'Africa orientale e l'Oceano Indiano dell’agenzia France-Press, coglie un ragazzo che, illuminato dalla luce dei telefoni cellulari, recita una poesia durante una manifestazione in Sudan.

Le sale di Palazzo Ducale ospitano, inoltre, Bitter Leaves, il reportage che Rocco Rorandelli (1973), membro del collettivo TerraProject, ha condotto tra l’India, la Cina, l’Indonesia, gli Stati Uniti, l’Italia e molti altri paesi, per riferire l'impatto dell'industria del tabacco sulla salute delle persone, l'economia e l'ambiente.

L'indagine di Rorandelli conduce il visitatore in campi di tabacco e centri medici, fabbriche, musei e strutture doganali, per chiarire la vasta rete che regola e lega l'industria e il contesto umano e ambientale.
La mostra è prodotta in collaborazione con Riaperture Festival e Fondazione Studio Marangoni.

Nella mostra Foul and Awesome Display, una produzione di Fotografia Europea a cura di Francesco Colombelli, una serie di libri fotografici analizza come lo sviluppo delle armi da combattimento sia andato di pari passo con quello delle tecnologie più moderne.

PHOTOLUX
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com