Mostra Petrit Halilaj. Shkrepetima - Torino

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 12/09/2018 Aggiornato il 05/12/2018

Fondazione Merz di Torino ospita la nuova personale inedita di Petrit Halilaj (Kostërrc, Skenderaj-Kosovo 1986), l'artista di origine kosovara vincitore per il settore arte della seconda edizione del Mario Merz Prize, il premio biennale internazionale per l’arte e la musica promosso dalla Fondazione Merz. 

Dal al
Torino (TO)
Regione: Piemonte
Luogo: Fondazione Merz, via Limone
Telefono: 011/19719437
Orari di apertura: 11-19. Lunedì chiuso
Costo: 6 euro; ridotto 3,50 euro
Note:
L’esposizione costituisce il punto culminante e conclusivo di un articolato progetto espositivo, a cura di Leonardo Bigazzi, che si sviluppa in tre tappe diverse in altrettante località significative per la vita e la carriera dell’artista. Il lavoro di Petrit Halilaj si interroga su come si costituisca la memoria collettiva di una comunità e mira ad agire come una scintilla. In lingua albanese il termine Shkrepetima significa infatti “lampo” e, per estensione, indica un pensiero improvviso e intenso che funziona come attivatore di coscienze, ma richiama anche l’eredità storica dell’omonima rivista culturale multietnica pubblicata a Runik tra gli anni Settanta e Ottanta. La mostra, attraverso disegni, video, suoni, sculture e installazioni, rappresenta il vero e proprio compimento dell’intero progetto Shkrepetima, la restituzione finale e complessiva di questa discesa lungo le radici identitarie di una civiltà.
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.