Mostra Pescare nel fango: il Museo e l’alluvione - Firenze

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 30/06/2016 Aggiornato il 30/06/2016

A 50 anni dall'alluvione di Firenze, avvenuta il 4 novembre 1966, la mostra ricorda l'evento (l'Arno salì fino a due metri e mezzo rispetto al pavimento d'ingresso di Palazzo Castellani, sommergendo le sale espositive del seminterrato e del piano terreno, causando danni gravissimi alle collezioni), e mette in risalto le operazioni di salvataggio e recupero degli antichi strumenti scientifici. Il nucleo della mostra è costituito da una selezione di strumenti alluvionati e successivamente restaurati conservati nei depositi del Museo e di volumi della biblioteca gravemente danneggiati nel 1966. Tra i primi, cere e gessi anatomici, apparati di acustica e strumenti di chimica, molti dei quali recano ancora tracce evidenti del fango portato dall’alluvione. Tra i secondi, l’Anatomia universale di Paolo Mascagni (1833), un’importante opera ricca di splendide tavole restaurata solo recentemente. Strumenti e libri sono affiancati da fotografie che ritraggono le sale espositive prima del 1966 e subito dopo l’alluvione e da materiali d’archivio che documentano l’intensa attività della direttrice Righini Bonelli nella ricerca di aiuti internazionali. Filmati d’epoca completano il percorso espositivo. 

Dal al
Firenze (FI)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Toscana
Luogo: Museo Galileo, piazza dei Giudici 1
Telefono: 055/265311
Orari di apertura: 9,30-18; martedì 9,30-13
Costo: 9 euro; ridotto 5,50 euro
Pescare nel fango: il Museo e l’alluvione
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com