Mostra Pepi Merisio. Gioco! - Trevi

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 10/06/2021 Aggiornato il 25/06/2021
Dal al
Trevi (PG)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Umbria
Luogo: Villa Fabri, via delle Grotte 2
Telefono: 0742/381628
Orari di apertura: 11-20 da martedì a domenica per i mesi di Giugno, Luglio, Settembre, Ottobre: nel mese di Agosto 11-20 da martedì a giovedì; 11-23 venerdì, sabato e domenica
Costo: 9 euro; ridotto 5 euro
Dove acquistare: www.museitrevi.it
Sito web: www.museitrevi.it
Organizzatore: Le Macchine Effimere e Menti Associate
Note:
Con questa mostra la città di Trevi rende omaggio a uno dei protagonisti della fotografia italiana del Novecento, Pepi Merisio (Caravaggio, 1931 - Bergamo, 2021) a pochi mesi dalla sua scomparsa.
Cinquanta foto in bianco e nero e a colori di varie dimensioni ripercorrono il tema del gioco nella quotidianità attraverso scatti poetici e immediati realizzati dagli anni Sessanta agli anni Ottanta.

Attraverso la mostra viene raccontato un pezzo di storia reale della nostra Italia proprio perché Merisio, figura un po’ defilata nel panorama dei grandi fotografi italiani, è stato l’unico che ha lavorato fotografando quasi esclusivamente l’intero territorio italiano.

Il gioco delle carte, quello del pallone, le corse per strada: come racconta Merisio in un’intervista, “credo che in tante immagini troviamo un’emozione. Ci commuoviamo davanti a quei volti, quegli occhi, quelle mani di persone che magari non ci sono più”.

Gli scatti del famoso fotografo ospitati a Villa Fabri raccontano il fascino degli svaghi di adulti e bambini, documentando allo stesso tempo l’Italia di ogni giorno dagli anni del boom economico agli anni Ottanta.
Sono scatti che, con delicatezza e poesia, mostrano allo spettatore giochi sulla neve, sulla spiaggia o su di un lago ghiacciato, sfide a bocce, salti della corda, carnevali gioiosi, partite a basket di seminaristi festanti, tombole e bimbi felici saltellanti in piazza.

La mostra è a cura di Flavio Arensi.
Pepi Merisio. Gioco!
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com