Mostra Pendulum. Merci e persone in movimento. Immagini dalla collezione di Fondazione MAST - Bologna

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 03/10/2018 Aggiornato il 29/11/2018

Una selezione di opere dalla collezione di Fondazione MAST di fotografie e immagini in movimento tratta il tema Industria e Lavoro.

Dal al
Bologna (BO)
Regione: Emilia Romagna
Luogo: MAST, via Speranza 42
Telefono: 0039 051 6474345
Orari di apertura: 10-19. Lunedì chiuso
Costo: 0 - Ingresso Libero
Note:
Più di 250 immagini storiche e contemporanee di 65 artisti di tutto il mondo mostrano la genialità e l'energia che negli ultimi due secoli hanno spinto gli uomini a progettare mezzi e infrastrutture per muovere merci, persone e dati. La mostra, a cura di Urs Sthael, propone una riflessione sul tema della velocità che caratterizza l'attuale società globale. Il pendolo simboleggia questo moto perenne del mondo e dei suoi abitanti nello spazio e nel tempo.  Il suo oscillare è sinonimo di cambiamenti improvvisi d'opinione, di convinzioni che si ribaltano nel loro esatto contrario. La sua immagine evoca il traffico pendolare, i milioni di persone che la mattina presto per lavoro raggiungono il centro delle città e la sera tornano stanche ai loro quartieri dormitorio. Ma il pendolo è anche un simbolo valido per i traffici in genere, per quel perenne scambio di merci a fronte di altre merci, di denaro, di promesse. Tra le immagini si ritrovano quelle che Robert Doisneau ha dedicato agli stabilimenti Renault, le auto da corsa di Ugo Mulas, il trittico in onore del feticcio-automobile di Luciano Rigolini, i ritratti quasi in bianco e nero di Helen Levitt che riprende i pendolari nelle metropolitane degli anni settanta e ottanta, ne osserva gli stati d'animo e gli umori, mentre David Goldblatt documenta la fatica di affrontare quattro ore di viaggio in autobus per recarsi al lavoro. 
Pendulum. Merci e persone in movimento. Immagini dalla collezione di Fondazione MAST
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.