Mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla dolce vita ad oggi - Vicenza

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 08/10/2018 Aggiornato il 05/12/2018

L'esposizione ha un doppio focue, quello sul mondo dei paparazzi, il mondo del fotogiornalismo sulle celebrità e quello dei protagonisti del mondo dello spettacolo, colti nei lori momenti privati. Sono personaggi inizialmente appartenenti al mondo dello show business, più di recente della moda e della politica, famosi o resi famosi in quanto bersaglio e obiettivo dei paparazzi stessi, in un costante rapporto di odio/amore fra celebrità e i loro “ritrattisti”. 

Dal al
Vicenza (VI)
Regione: Veneto
Luogo: Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari, contra' Santa Corona 25
Telefono: 800/578875
Orari di apertura: 10-18. Lunedì chiuso
Costo: 5 euro; ridotto 3 euro
Note:
Il progetto espositivo, che presenta 108 immagini divise in 6 sezioni tematiche, prende avvio dagli anni Cinquanta, quando a Roma si forma in modo del tutto indipendente un gruppo di fotografi d’assalto che prende di mira in particolare i protagonisti del mondo del cinema giunti in Italia, nella capitale, per la presenza della “Hollywood Italiana”, Cinecittà. Gli scatti dei paparazzi più attivi e celebri, Tazio Secchiaroli, Marcello Geppetti, Elio Sorci, Lino Nanni, Ezio Vitale immortalano le indimenticabili immagini di Anita Ekberg, Ava Gardner, Walter Chiari, Richard Burton, Liz Taylor. Il percorso della mostra, dall’origine del fenomeno negli anni ’50, segue i mutamenti della società e degli stessi mezzi di informazione, un esempio per tutti quello di Jackie Kennedy, autentica icona della stampa di costume e scandalistica, dedicati sempre più alle figure di potere, politico e non solo. La mostra, realizzata da Intesa Sanpaolo su progetto ideato da CAMERA, Centro Italiano per la Fotografia, è curata da Walter Guadagnini, direttore di CAMERA, e Francesco Zanot.
Paparazzi. Fotografi e divi dalla dolce vita ad oggi
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.