Mostra Paolo Masi. Pittura, vibrazione e segno 60 anni di ordinata casualità - Umbertide

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 08/07/2021 Aggiornato il 08/07/2021
Dal al
Umbertide (PG)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Umbria
Luogo: Rocca di Umbertide, piazza Fortebraccio
Telefono: 075/9413691
Orari di apertura: 10,30-12,30; 16,30-18,30. Lunedì chiuso
Costo: 5 euro; ridotto 3 euro
Dove acquistare: www.comune.umbertide.it
Sito web: www.comune.umbertide.it
Organizzatore: Comune di Umbertide in collaborazione con FerrarinArte
Note:
La Rocca di Umbertide ospita la mostra personale di Paolo Masi, maestro indiscusso nel panorama storico-artistico italiano.

La mostra si configura come un'importante antologica che ha per protagonista Paolo Masi (Firenze, 1933) di cui raccoglie, grazie alla disponibilità dello stesso artista e della galleria FerrarinArte di Legnago, in provincia di Verona, una selezione di capolavori degli ultimi sessant'anni della sua intensa attività di ricerca e sperimentazione.

L'analiticità della pittura di Masi raccoglie le eredità di un pensiero attorno alla Pittura che si è sviluppato a partire dalla seconda metà degli anni Sessanta e, analogamente ad alcuni altri artisti della sua generazione che in tutta Italia affermavano il valore perdurante di questo linguaggio, ha manifestato la coerenza del suo atteggiamento in un lungo itinerario artistico che prosegue tutt'oggi.

Il percorso espositivo si compone di oltre sessanta opere, in un dialogo-confronto inedito che permette un'approfondita immersione nella sua espressività, un avvincente viaggio nelle profondità di un colore divenuto segno.

AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com