Mostra Omero, Iliade. Le opere del MANN tra le pagine di Alessandro Baricco - Napoli

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 27/10/2021 Aggiornato il 27/10/2021
Dal al
Napoli (NA)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le notizie pubblicate sono verificate fino alla data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia e al peggioramento della situazione contingente, possono subire modifiche legate a nuove restrizioni richieste per legge, anche a livello locale e regionale.

Regione: Campania
Luogo: Museo Archeologico Nazionale di Napoli, piazza Museo, 18/19
Telefono: 081/4422111
Orari di apertura: 9-19,30. Martedì chiuso
Costo: 15 euro; ridotto 2 euro
Dove acquistare: https://mannapoli.it/
Sito web: https://mannapoli.it/
Organizzatore: Museo Archeologico di Napoli
Note:
Il percorso della mostra, allestito nelle sale della Farnesina, intreccia la rappresentazione iconografica di quindici reperti (databili tra VI e IV sec. a.C.) alla scrittura del celebre autore torinese Alessandro Baricco.

Cinque le sezioni per definire un suggestivo dialogo tra tradizione letteraria e iconografica:
1. Omero, Iliade: un'epopea umana; 2. Il racconto della guerra; 3. Le donne di Omero; 4. La morte di Patroclo e il ritorno di Achille in battaglia; 5. L'ultima notte di Troia.

Nella sezione "Omero, Iliade. Un'epopea umana", è ripresa l'idea dell'intellettuale torinese per cui è possibile provare a rileggere il poema senza le narrazioni che riguardano l'intervento degli dèi nelle vicende terrene. Lasciando agli uomini il "palcoscenico" della storia, è così più facile avvicinare l'opera alla vita del nostro tempo.
Fa da contraltare a questa attualizzazione, la scelta del secondo reperto in mostra: un cratere a calice attico a figure rosse con consesso di divinità, che nella società greca permeavano tutti gli aspetti della quotidianità. Il vaso, esposto per la prima volta in questa occasione, è attribuito al Pittore di Syriscos e risale al 470-460 a.C.

Per parlare più in dettaglio di questa mostra così speciale, nei brani di Baricco selezionati le donne acquistano "voce", palesando la propria condizione di vittime di violenza: la bellezza diviene condanna.
In esposizione, quattro reperti:la loutrophoros con figure femminili in un tempietto (vaso cerimoniale per riti matrimoniali o funerario- ce ramica apula a figure rosse da Polignano a Mare - IV sec. a.C.); il cratere a campana con la nascita di Elena (ceramica di produzione campana a figure rosse da Caivano, 350-340 a.C.

Il progetto scientifico dell'esposizione è a cura di Marialucia Giacco.
Omero, Iliade. Le opere del MANN tra le pagine di Alessandro Baricco
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com