Mostra Odyssey. Un progetto di Ai Weiwei per Palermo - Palermo

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 17/05/2017 Aggiornato il 17/05/2017

L'installazione "Odissey", che interessa l'intera superficie dello spazio espositivo ZAC-Zisa Arti Contemporanee di Palermo per circa 1000 metri quadrati, è stata realizzata da Ai Weiwei e nasce da un progetto di ricerca sui rifugiati e sui campi profughi nel mondo, avviato nel 2015 dall'artista cinese che vive e lavora tra Berlino e Pechino. Il progetto è promosso da Amnesty International Italia, in occasione della sua XXXII Assemblea generale, e dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo. Il progetto "Odissey" è il risultato di un'indagine attenta, condotta da Ai Weiwei e dal suo staff, che mira all'analisi della cornice storica, politica e sociale in cui la “crisi dei rifugiati”, che rappresenta il focus della ricerca, si sviluppa. Il motivo iconografico del “floorpaper” è composto da un intreccio di immagini tratte dai social media e dal materiale raccolto dall'Artista nel corso dei suoi viaggi nei diversi campi profughi del mondo, ed organizzato formalmente secondo stilemi che si ispirano agli elementi grafici e compositivi delle antiche civiltà greche ed egizie. Le illustrazioni stilizzate in bianco e nero presentano immagini giustapposte, come nella pittura vascolare greca, e i contenuti rimandano all'immaginario mediatico del XXI secolo, rappresentato da scene di militarizzazione, migrazione, fuga e distruzione.

Dal al
Palermo (PA)
ATTENZIONE
Prima di presentarsi alle mostre informarsi sulle modalità di ingresso in relazione all’emergenza Covid-19 e visitare il sito ufficiale dell’evento per avere conferma delle date e degli orari.
Regione: Sicilia
Luogo: ZAC / Zisa Arti Contemporanee Cantieri Culturali alla Zisa, via Paolo Gili 4
Telefono: 091/8431605
Orari di apertura: 9,30-18,30. Lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com